in

7 cose da sapere prima di scegliere e installare il pavimento in marmo

Scopri i colori, i modelli, la qualità ei costi dei pavimenti in marmo eleganti e popolari per decidere se appartiene alla tua casa.

Il bellissimo pavimento in marmo ha iniziato il suo viaggio nelle nostre case come pietra calcarea. Milioni di anni di metamorfosi – calore e pressione intensi – hanno prodotto una pietra densa e variegata che può essere levigata fino a renderla estremamente brillante. Il marmo è ora estratto in tutto il mondo ed è molto apprezzato come prodotto naturale per controsoffitti e pavimenti. Il marmo lucido riflette la luce per far sembrare le stanze più spaziose offrendo un tocco di eleganza.

Tuttavia, per un materiale così raffinato, il marmo è anche resistente e di facile manutenzione. Lo troverai spesso installato in ambienti “bagnati”, come cucine e bagni, dove i frequenti schizzi d’acqua possono essere semplicemente rimossi senza causare danni. Quindi, se stai pensando di incorporare questo favoloso pavimento nel design della tua casa, continua a leggere per scoprire quali tipi di marmo sono disponibili, come scegliere il migliore per il tuo budget e raccogliere alcuni suggerimenti fai-da-te se scegli di affrontare l’installazione da solo.

1. I pavimenti in marmo sono disponibili in una vasta gamma di opzioni di colore, ma sono spesso suddivisi in tre categorie principali.

Le piastrelle per pavimenti in marmo sono disponibili in vari colori e motivi di superficie. Le linee di colore contrastanti che attraversano la superficie sono note come venature, che possono essere pesanti e pronunciate o delicate e appena percettibili. Sebbene esistano più di cento varietà di marmo, ci sono tre categorie principali, ciascuna identificata dal suo aspetto.

  • Carrara: questo popolare marmo bianco è stato utilizzato secoli fa nell’antica Grecia e Roma, apparendo in massicci pilastri e statue elaborate. Oggi, le piastrelle per pavimenti in marmo di Carrara possono essere trovate in tonalità limitate, che vanno dal bianco chiaro al bianco caldo, e la sua superficie presenta venature dal grigio medio al grigio chiaro.
  • Calacatta: un marmo bianco simile a Carrara, Calacatta è più vicino al bianco puro e presenta venature grigio più scure, che creano un aspetto contrastante.
  • Breccia: per più colore e calore nei pavimenti in marmo, prendi in considerazione il marmo Breccia, che è disponibile in una gamma di tonalità più profonde, tra cui oro caldo, abbronzatura, marrone scuro e rosso. Le venature grigio scuro e nere del marmo Breccia tendono ad apparire in vortici decorati e spesso includono contorni perfettamente rotondi che assomigliano a bolle intrappolate sotto la superficie.

2. Il pavimento in marmo non è sempre lucido, né dovrebbe esserlo.

I suddetti tipi di marmo possono essere rifiniti con un aspetto lucido o opaco, a seconda di ciò che è più adatto per la posizione.

  • Marmo lucido: l’opzione più popolare per i pavimenti in marmo ha un aspetto molto lucido, ottenuto levigando la superficie con una macchina lucidatrice per pietre. La lucidatura fa risaltare le venature del marmo e dona al pavimento un aspetto radioso e lussuoso. Con la giusta manutenzione (vedi sotto), il marmo lucido manterrà una finitura riflettente per molti anni.
  • Marmo levigato : questo tipo di finitura è solo leggermente lucido, quanto basta per produrre una superficie liscia e piatta, ma non abbastanza per creare una lucentezza. Il marmo levigato offre una superficie resistente con una finitura opaca morbida che alcuni considerano più semplice rispetto al marmo lucido più appariscente.

3. Le piastrelle di marmo più piccole di 2 piedi di diametro sono le più comuni nelle installazioni domestiche.

I pavimenti in marmo sono disponibili in piastrelle di diverse dimensioni, che vanno da piccoli quadrati da 2 pollici per 2 pollici, a grandi lastre da 6 piedi per 8 piedi. Per scopi residenziali, le piastrelle di marmo sono raramente più grandi di 2 piedi per 2 piedi, perché lastre più grandi, che sono molto pesanti, richiedono un’installazione specializzata. Le lastre di grandi dimensioni si trovano solitamente solo negli edifici commerciali e pubblici. Lo spessore delle piastrelle varia da ¼ di pollice a ¾ di pollice per le piastrelle residenziali, mentre le lastre di marmo commerciali possono essere spesse fino a 2 pollici.

La qualità varia anche in base al design e alla densità della superficie. Sebbene non esista uno standard del settore, alcuni fattori possono suggerirti la qualità della piastrella.

  • Le piastrelle con il retro in rete sono montate su un supporto di resina in fibra di vetro. Si tratta in genere di piastrelle di marmo di fascia bassa, spesso meno dense e più soggette a graffi o rotture. Le piastrelle con retro in rete sono adatte per stanze a basso traffico, come i bagni, ma sono meno desiderabili nelle aree ad alto traffico dove possono mostrare segni di usura più rapidamente.
  • Le tessere di qualità inferiore possono presentare aree riempite. Quando guardi la piastrella direttamente, potresti non notare alcuna differenza, ma se giri la piastrella con un angolo di 45 gradi, potresti individuare macchie irregolari e opache, che indicano che i buchi nella superficie della piastrella sono stati riempiti con un composto di resina . Nel tempo, le aree riempite potrebbero allentarsi, lasciando buchi sulla superficie che richiedono la rattoppatura.
  • Le piastrelle di marmo con fessure profonde sono a maggior rischio di rottura sotto la pressione di mobili o elettrodomestici pesanti. Quando si cerca di determinare la qualità di una piastrella di marmo, capovolgerla e controllare il lato posteriore: se si nota una fessura sia sul davanti che sul retro, la piastrella potrebbe rompersi se vi è stato posizionato qualcosa di pesante.

4. L’ambita lucentezza sul marmo lucido è scivoloso quando è bagnato.

Purtroppo, il fattore di scivolamento rende il marmo levigato inadatto nelle case con residenti anziani a rischio di caduta. Per ridurre il fattore di scivolamento del marmo levigato, prendi in considerazione l’utilizzo di tappeti a più aree con supporto antiscivolo o applica un prodotto antiscivolo sulla superficie del pavimento, come il trattamento antiscivolo per pavimenti SlipDoctors (disponibile su Amazon ). I prodotti antiscivolo sono progettati per aumentare la presa di trazione del pavimento senza ridurne la lucentezza. I pavimenti in marmo levigato sono naturali meno scivolosi dei pavimenti in marmo lucido.

5. Il marmo è una delle opzioni di pavimentazione più costose in termini di materiali e costi di manodopera.

Una buona quantità di lavoro viene impiegata nell’estrazione e nella finitura di piastrelle di marmo, quindi anche il marmo di fascia bassa è una scelta di pavimenti costosa. Le tessere meno costose partono da circa $ 5 per piede quadrato e le tessere di fascia alta possono costare da $ 10 a $ 40 per piede quadrato, a seconda della densità e delle venature (le venature fini sono preferibili alle venature pesanti). Inoltre, più grande è la piastrella, più costoso è il costo del piede quadrato. Le piastrelle di ceramica e porcellana, in confronto, costano solo $ 1 a $ 3 per piede quadrato.

L’installazione professionale può aggiungere da $ 3 a $ 7 per piede quadrato, a seconda della tariffa corrente per la manodopera nella tua zona e se è necessario lavoro aggiuntivo. I fattori che potrebbero aumentare i costi di installazione includono:

  • Rimozione e smaltimento del pavimento esistente.
  • Installazione specializzata, come l’incorporazione di motivi o bordi di piastrelle decorative.
  • La necessità di rinforzare il sottofondo esistente. Le piastrelle di marmo sono pesanti e se il sottofondo esistente non è strutturalmente sufficiente, dovrà essere rinforzato prima di installare le piastrelle.

6. A meno che tu non abbia esperienza con la posa delle piastrelle, non fare pavimenti in marmo fai da te per risparmiare denaro. 

Come per le piastrelle in ceramica e gres porcellanato, i proprietari di case che sono esperti nelle pratiche di posa di base delle piastrelle possono risparmiare molti soldi installando i propri pavimenti in marmo. Se non hai mai posato le piastrelle, starai meglio con un piastrellista professionista che fa il lavoro. Se scegli di realizzare il progetto fai da te, tieni a mente i seguenti suggerimenti:

  • Il sottofondo deve essere perfettamente piano, senza avvallamenti o asperità che possano interferire con le piastrelle. Se il pavimento non è piatto, puoi applicare un composto autolivellante per riempire le cavità e levigare la superficie.
  • Le piastrelle di marmo devono essere installate su un sottofondo di pannelli di cemento, che resiste ai danni causati dall’umidità. I normali sottofondi in compensato non sono adatti per l’installazione di piastrelle.
  • Le piastrelle di marmo possono essere saldate insieme per un aspetto ultra liscio, oppure puoi scegliere di installarle con spazi tra le piastrelle e quindi riempire le fughe con malta. Se segui il percorso della malta, assicurati di utilizzare malta non levigata poiché la malta levigata può graffiare la superficie
    del marmo durante l’installazione.

7. I pavimenti in marmo richiedono una pulizia quotidiana, una pronta attenzione alle fuoriuscite e una sigillatura regolare.

Sebbene il marmo sia un pavimento durevole, richiede un po ‘di attenzione in più per mantenerne la bellezza.

  • Spazzare quotidianamente i pavimenti in marmo per rimuovere la sabbia o la sabbia tracciata. Camminare sulle particelle di sabbia può provocare graffi sul pavimento in marmo.
  • Pulisci prontamente le fuoriuscite. I liquidi acidi, come il succo d’arancia o l’aceto, possono macchiare il marmo. L’acqua non macchia il marmo, ma col tempo può opacizzarne la superficie.
  • Sigilla i pavimenti in marmo levigato con un buon sigillante per pietre, come il sigillante per pietre naturali in 1 passaggio di Miracle Sealants e il potenziatore del colore (disponibile da Home Depot ) almeno una volta all’anno. Il marmo levigato è più poroso del marmo levigato ed è una buona idea sigillare un pavimento in marmo levigato due volte all’anno per aiutarlo a resistere alle macchie.
  • Utilizzare un detergente per pavimenti delicato e non acido per la pulizia regolare. Il prodotto deve specificare in etichetta la sua idoneità per pavimenti in marmo. In alternativa, prepara la tua soluzione detergente delicata per pavimenti combinando ½ tazza di ammoniaca e 1 cucchiaio di detersivo per piatti in un litro d’acqua.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

7 cose da sapere prima di scegliere il pavimento in laminato

Qual è la finitura giusta per i tuoi pavimenti in legno?