in

Quale materasso acquistare per garantirsi sogni d’oro?

Proprio perché il sonno e il benessere notturno sono estremamente importanti, bisogna fare attenzione a scegliere materassi di qualità, che mantengano inalterate le caratteristiche per tutto il proprio ciclo di vita, siano costruiti con materiali adatti, sani e sicuri, e prodotti da aziende serie e affidabili.
Per rendere più facile e sicura la scelta, il Consorzio Produttori Materassi di Qualità ha istituito il marchio di qualità, un piccolo aiuto pensato per assistere il consumatore in una scelta complessa.
Tanti sono i fattori che determinano la scelta giusta: altezza e peso corporeo, età, condizioni climatiche esterne e interne, eventuali problemi di salute (per esempio un mal di schiena o particolari allergie), abitudini e posizioni durante il sonno, oltre che naturalmente le preferenze individuali.
Si tratta pertanto di una scelta personalissima, che va compiuta rivolgendosi a un punto vendita qualificato provando più materassi.

Il mercato ci offre tante diverse tipologie di materasso: lana, molle, lattice, poliuretano e altre ancora.
Ogni tipologia ha caratteristiche tipiche che è bene valutare quando si compie la scelta.
Ecco quindi qualche informazione in più dal Consorzio:
Il materasso di lana è confezionato ancora artigianalmente dal materassaio, su misura e su ordinazione.
È caldo, morbido, facilita la traspirazione e assorbe l’umidità corporea.
È però un materasso di vecchia concezione.
Non segue la colonna vertebrale, si deforma velocemente, richiede una manutenzione frequente e costosa (almeno ogni due anni occorre lavare, cardare e integrare la lana) perché, assorbendo l’umidità del corpo, la lana si appiattisce, perde elasticità e s’infeltrisce. Il materasso di lana è poco adatto ai soggetti allergici, perché l’acaro lo colonizza facilmente.
Il materasso a molle è oggi il più diffuso nel mondo.
Strati di imbottitura e isolanti sono posati tra le molle e il rivestimento, per assicurare un riposo corretto e confortevole. Dalla combinazione di questi fattori, dalla loro qualità e dalle tecnologie usate nasce una gamma di prodotti che possono sembrare identici ma spesso non lo sono.
La struttura del materasso a molle facilita la ventilazione interna e offre un sostegno efficace, particolarmente adatto a persone con corporatura robusta.
È igienico e indicato a chi suda molto.
Il materasso di poliuretano offre densità e quindi portanza personalizzabili. È indeformabile e dunque molto flessibile; è un buon isolante ed è perciò indicato nei luoghi freschi o freddi. Nella versione sfoderabile e/o con imbottitura sintetica, contrasta la colonizzazione degli acari. Può essere prodotto con uno speciale trattamento antibatterico e antistatico.
Dal materasso ad acqua costruito in tela gommata nel 1813 al brevetto del 1832, relativo a un letto idrostatico, si giunge alla conformazione attuale di tale tipologia, che si avvale di un telaio in poliuretano espanso, di una vasca di sicurezza e infine del materasso ad acqua in vinile, all’interno del quale sono posti elementi atti a ridurre il movimento del liquido. Per sua natura, il materasso ad acqua ostacola la traspirazione ed è molto pesante.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

ZeroHouse : la Casa ecologica

Dalla casa all’abitare – Immo Blog