in

Si afferma una nuova tendenza: vacanze con scambio case

Non amano i tour operator, le organizzate e i pacchetti all inclusive e al posto della solita camera d’albergo preferiscono il salotto sgualcito di una famiglia sconosciuta.

Stiamo parlando di quelli dello scambio case, un popolo di turisti molto tollerante, educato, chiavi in mano: dà la propria in cambio di un altra, pronto ad entrare nella città e nel mondo che quelli pareti racchiudono.

Internet ha dato grande impulso a questo tipo di che conosce un incremento lento ma costante”, dice Annalisa Rossi, responsabile di Homelink, un associazione che da anni organizza le a di altri.

“La nostra organizzazione è nata nel 1953 negli Stati Uniti, voluta dalla moglie di un pilota inglese e da due insegnanti americani, all’inzio erano i pioniri”.

Negli anni ‘60 si è diffusa anche in , l’allargamento è avvenuto sopratutto grazie al passaparola.

Ma chi sono in realtà i turisti che amano viaggiare senza voucher e caparre?

“Sono circa mezzo milione in , appartengono a un pò tutte le classi sociali, ci sono single e famiglie con bambini, quello che li accomuna è il piacere di viaggiare, l’importante è essere tolleranti, accomodanti, se non si ha lo spirito giusto non funziona, dura poco, bisogna avere una certa apertura mentale”.

Fonte by La Repubblica

Foto by spiaggesalento.com

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

La casa diventa un set cinematografico

La casa del futuro