in

Allergie: suggerimenti per la pulizia

Sia che tu o qualcuno nella tua casa soffra tutto l’anno o stagionalmente di allergie o asma, ci sono modi in cui puoi ridurre la miseria pulendo correttamente per rimuovere gli allergeni. Gli allergeni possono essere qualsiasi sostanza che provoca una reazione allergica.

La pulizia settimanale regolare della tua casa è una parte importante di un piano di gestione delle allergie. Anche l’atto di pulire, specialmente se non è stato fatto da un po ‘di tempo, può scatenare sintomi di allergia poiché polvere e altri allergeni vengono agitati. Se la pulizia è stata trascurata per diverse settimane, indossare una maschera protettiva è una buona abitudine. Utilizzare gli strumenti e i prodotti per la pulizia appropriati per intrappolare gli allergeni e prevenire l’esposizione a sostanze chimiche che potrebbero causare reazioni allergiche.1

I migliori strumenti di pulizia per la riduzione degli allergeni

  • Vuoto: il tipo di vuoto che scegli fa un’enorme differenza nella riduzione degli allergeni. Se non si dispone di un aspirapolvere con filtro HEPA a particelle fini, utilizzare un doppio sacchetto per intrappolare il maggior numero possibile di particelle. Seleziona un aspirapolvere senza sacchetto come il Samsung Jet che ha una stazione di pulizia sigillata che svuota automaticamente la tazza o pulisci e lava regolarmente la tazza di raccolta. Oppure un sistema robotizzato di aspirazione e scopa come Ecovacs Deebot Ozmo N8 Pro + che offre la pulizia continua notturna è una buona scelta per tenere sotto controllo gli allergeni su tutti i tipi di pavimenti mentre non si è nella stanza.
  • Aspirapolvere disinfettante per allergeni in tessuto: questi aspirapolvere utilizzano la luce ultravioletta per uccidere acari e batteri della polvere e quindi un doppio sistema di filtrazione per eliminare il 99,9% dei trasgressori dalle superfici del tessuto.
  • Panni e mop per la pulizia in microfibra lavabili: i panni in microfibra attireranno la polvere meglio degli asciugamani di cotone o di carta. Scegli strumenti con teste rimovibili che possono essere gettati nella lavatrice per una pulizia approfondita. Inumidire leggermente i mop e pulire leggermente i panni prima dell’uso per attirare la maggior parte della polvere.
  • Salviette antipolvere usa e getta: salviette e bacchette per spolverino sintetiche attirano la polvere e creano un aggrappamento statico che trattiene la polvere fino a quando non può essere smaltita nella spazzatura.
  • Maschere e guanti protettivi: optare per maschere monouso o lavabili. Evita i guanti in lattice e scegli invece guanti di gomma foderati in cotone per prevenire irritazioni della pelle.2
  • Prodotti per il bucato: scegli detergenti e altri prodotti per la rimozione delle macchie privi di coloranti e non profumati. Gli studi hanno dimostrato che il colorante è spesso il colpevole dell’irritazione della pelle.

I migliori prodotti per la pulizia per la riduzione degli allergeni

Sfortunatamente, alcuni prodotti per la pulizia possono effettivamente essere irritanti e causare gli stessi sintomi di un allergene.4 Scegli prodotti per la pulizia che contengono il minor numero possibile di sostanze chimiche. È particolarmente importante limitare l’esposizione a prodotti che includono:

  • Ammoniaca
  • D-limonene
  • Formaldeide
  • Ipoclorito di sodio
  • Sodio lauril solfato

Queste sostanze chimiche sono state identificate come potenzialmente irritanti.5 Impara a leggere le etichette prima di utilizzare un prodotto per la pulizia o il bucato.

Cerca detergenti non profumati e usa prodotti naturali come aceto bianco distillato, bicarbonato di sodio e succo di limone per la pulizia.

Ridurre gli allergeni in tutta la casa

Ecco sei consigli per ridurre gli allergeni in tutta la casa:

  1. Controllare la temperatura e l’umidità interna. Acari della polvere e spore di muffa come calore e umidità. Mantenendo una temperatura compresa tra 68 ° F (20 ° C) e 72 ° F (22 ° C) e un livello di umidità non superiore al 50 percento è possibile ridurre la loro crescita.
  2. Utilizzare filtri a particelle piccole nei sistemi di riscaldamento e raffreddamento centralizzati e nei condizionatori d’aria della stanza. Modificare o pulire i filtri mensilmente.
  3. Controlla parassiti come insetti e topi. Usa trappole o uno sterminatore professionista e sigilla eventuali crepe che potrebbero consentire loro di entrare in casa.
  4. Rimuovi il disordine e i raccoglitori di polvere dagli spazi abitativi.
  5. Non permettere di fumare in nessuna parte della casa.
  6. Tenere gli animali domestici fuori il più possibile. Fai il bagno agli animali domestici almeno una volta alla settimana e lava la loro biancheria da letto settimanalmente.

Camera

Dal momento che trascorriamo così tante ore nelle nostre camere da letto circondati da molte superfici morbide e che catturano la polvere, è essenziale pulire tutto settimanalmente.

Inizia con il letto e la biancheria da letto. Lenzuola, federe e coperte devono essere lavate almeno una volta alla settimana in acqua calda. Se hai allergie, non appendere mai la biancheria da letto all’esterno per asciugare. I pollini all’aperto entreranno con le lenzuola. Scegli copriletti o trapunte lavabili e racchiude cuscini, materassi e molle in custodie a prova di acari della polvere. I cuscini devono essere puliti regolarmente.

Pulisci la camera da letto settimanalmente, iniziando dall’alto e lavorando verso il basso. Ventilatori a soffitto e lampadari a polvere. Tende antipolvere e/o tende da lavaggio. Spolverare qualsiasi mobile e utilizzando gli strumenti manuali, aspirare mobili imbottiti. Infine, aspirare il pavimento compresi gli spazi sotto il letto e i mobili. Per il minor numero di allergeni, rimuovere la moquette da parete a parete e utilizzare pavimenti in legno o piastrelle solide e tappeti lavabili nella camera da letto.

Mentre li amiamo, è meglio tenere gli animali domestici fuori dalla camera da letto e fuori dal letto.

Tenere chiuse le porte dell’armadio per ridurre il trasferimento di allergeni dai vestiti. Utilizzare contenitori di plastica coperti che possono essere puliti facilmente per riporre gli oggetti inutilizzati.

Stanza da bagno

Gli allergeni più pericolosi nei bagni sono muffe e funghi.6 È possibile arrestare e rimuovere la crescita della muffa con candeggina al cloro, perossido di idrogeno o un detergente per funghi commerciale. Leggere sempre attentamente le indicazioni e NON mescolare MAI sostanze chimiche diverse.

Per rimuovere l’accumulo di muffa, mescolare una soluzione di tre parti di acqua in una parte di candeggina. Indossando guanti di gomma e ventilando bene l’area, utilizzare una spazzola rigida per strofinare le aree interessate. Per gli angoli stretti, saturare gli asciugamani di carta con la soluzione di candeggina / acqua e applicare gli asciugamani allo stampo. Lasciarli rimanere in posizione per dieci-15 minuti, quindi strofinare e risciacquare.

Per prevenire la crescita di ulteriori funghi, installare e utilizzare un ventilatore di scarico quando si fanno bagni o docce. Dopo ogni utilizzo, asciugare con un asciugamano la vasca o la cabina doccia. Controllare frequentemente la vasca, il soffione, il lavandino e i servizi igienici per perdite e riparare immediatamente.

Appendere sempre gli asciugamani per asciugare tra un uso e l’altro. Lavare frequentemente tappeti, tappetini da bagno e tende da doccia per inibire la crescita della muffa.

Aree soggiorno

Proprio come in una camera da letto, inizia a pulire nella parte superiore della stanza in modo che polvere e allergeni scendano per essere catturati da una scopa umida o da un aspirapolvere.

Ventilatori a soffitto e lampadari a polvere. Quindi tende da spolvero e tende da lavare o aspirare usando gli strumenti manuali. Non dimenticare di pulire davanzali e mantelli o qualsiasi superficie orizzontale. Pulire eventuali ceneri o residui nei caminetti.

Pulire i mobili in legno per rimuovere la polvere e aspirare la tappezzeria. Infine, aspirare il tappeto o i pavimenti umidi della scopa. Lavare eventuali tappeti da tiro.

Le zone giorno dovrebbero essere pulite almeno settimanalmente ed è meglio aspirare la moquette a giorni alterni.

Se hai piante, copri il terreno con rocce decorative o biglie per aiutare a contenere le muffe naturali che possono crescere in terreni umidi. Le piante artificiali dovrebbero essere spolverate settimanalmente e periodicamente fatte una doccia per rimuovere la polvere.

Piuttosto che usare deodoranti chimici per ambienti, considera di far sobbollire scorze di agrumi o spezie come cannella e noce moscata per rinfrescare l’aria.

Cucina

La cucina è il primo immobile per la crescita di muffe e escrementi di insetti. Per prevenire la crescita di muffe e funghi, utilizzare una ventola di scarico ventilata per ridurre l’umidità. Controllare regolarmente il lavello, il frigorifero e il congelatore per perdite e riparare prontamente.

Settimanalmente, pulire il frigorifero e scartare il cibo ammuffito o obsoleto. Pulire le guarnizioni delle porte, pulire le pentole antigoccia e pulire le fuoriuscite e l’umidità in eccesso. Pulire i pavimenti e lavare eventuali tappeti da tiro.

Pulire i controsoffitti e affondare ogni giorno. I piatti devono essere lavati dopo ogni pasto a mano o messi in lavastoviglie. Tutto il cibo dovrebbe essere conservato in contenitori coperti e la spazzatura svuotata frequentemente per evitare escrementi da roditori e scarafaggi.

Almeno quattro volte all’anno, svuotare e pulire armadi e cassetti per rimuovere le briciole.

Aree di ingresso e stoccaggio

Un buon modo per ridurre gli allergeni nella tua casa è impedire loro di entrare. Almeno settimanalmente, pulire gli ingressi esterni spazzando o allontanando il polline. Chiedi a tutti in famiglia di togliersi le scarpe prima di entrare in casa. Conserva i capispalla in un’area di ingresso piuttosto che nelle camere da letto per tenere a bada il polline.

Nella lavanderia, controllare frequentemente le perdite della lavatrice per prevenire la crescita di muffe. Dopo ogni carico dell’essiccatore, pulire il filtro per lanugine e quindi svuotare il cestino. Almeno trimestralmente, verificare che lo sfiato esterno dell’essiccatore sia pulito e funzioni correttamente. Non sfiatare mai l’umidità dell’essiccatore all’interno di una casa.

Gli scantinati e le aree di stoccaggio possono essere umidi e polverosi. Se si utilizzano questi spazi per lo stoccaggio, utilizzare contenitori di plastica con coperchi per evitare che gli oggetti da collezione raccolgano polvere e crescita di muffa.

Se si rileva umidità, utilizzare un deumidificatore per estrarre l’umidità dall’aria. Controlla le fondazioni e le finestre per perdite e ripara il prima possibile. Sbarazzati della moquette da parete a parete e installa un pavimento a superficie dura che può essere facilmente pulito.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

7 luoghi che stai dimenticando di pulire

Come evitare che il materasso scivoli