in

Svuotamento di uno scaldabagno

La maggior parte dei manuali di manutenzione dello scaldabagno suggerisce di scaricare uno scaldabagno a intervalli che vanno da sei a 12 mesi. Il motivo per cui questo è consigliato è per aiutare a rimuovere eventuali sedimenti o accumuli che si accumulano sul fondo del serbatoio dello scaldabagno. Questo accumulo farà sì che lo scaldabagno lavori di più per riscaldare l’acqua, utilizzando più energia e costando più soldi per funzionare.

È abbastanza facile svuotare uno scaldabagno, ma dovresti sapere cosa aspettarti prima di iniziare.

Cosa aspettarsi

  • Preparati a una perdita. È possibile che la valvola di scarico non si chiuda completamente una volta aperta per svuotare il serbatoio. Ricorda, questa valvola di scarico è rimasta ferma per sei mesi a un anno (o più) e più invecchia, meno è probabile che si chiuda completamente. Preparati a mettere un tappo sopra la valvola oa sostituire completamente la valvola di scarico . Se il tuo scaldabagno ha una valvola di plastica economica, questo è un buon momento per aggiornarlo.

Passaggi per scaricare uno scaldabagno

  1. Effettua un lavaggio rapido. Prima di chiudere l’acqua, collega un tubo da giardino alla valvola di scarico e prova a sciacquare leggermente il serbatoio dello scaldabagno mentre la pressione dell’acqua è attiva. Per fare ciò, aprire la valvola di scarico per alcuni secondi e poi richiuderla. La pressione farà fuoriuscire qualsiasi sedimento bloccato nella valvola e aiuterà il serbatoio a drenare più velocemente. Se esce un bel po ‘di sedimento, puoi ripetere l’operazione un paio di volte.
  2. Spegni lo scaldabagno. Spegni il gas allo scaldabagno o spegni l’alimentazione se si tratta di un riscaldatore elettrico . Ora chiudi l’acqua , usando la valvola nel tubo dell’acqua fredda sopra lo scaldabagno o la valvola principale di alimentazione dell’acqua alla casa. Assicurati che la pressione sia tolta provando i rubinetti dell’acqua in casa, aprendoli e controllando la presenza di acqua calda.
  3. Aprire la valvola di scarico. Con un tubo di scarico collegato, aprire la valvola di scarico. Non si scaricherà molto finché non rilasci il vuoto nel serbatoio. Per fare ciò, rimuovere un’estremità del tubo dell’acqua calda sopra lo scaldabagno e tirarlo leggermente di lato. Ciò consentirà all’aria di entrare nel serbatoio e l’acqua inizierà a sgorgare dallo scarico.
  1. Sciacquare il serbatoio con acqua. Una volta che il serbatoio è completamente svuotato, puoi sciacquarlo con pochi litri alla volta aprendo l’acqua per alcuni secondi e poi lasciandola defluire di nuovo. Lasciare scollegato il tubo dell’acqua sul lato caldo fino al completamento del lavaggio, quindi ricollegare il tubo prima di riempirlo.
  2. Riempi lo scaldabagno. Scollegare il tubo di scarico e chiudere la valvola di scarico. Assicurarsi di ricollegare il tubo dell’acqua calda sopra lo scaldabagno e serrarlo bene. Ora puoi riaccendere l’acqua allo scaldabagno. Apri il lato caldo di un apparecchio in casa (il lato caldo della vasca è il migliore). Lasciare in funzione l’apparecchiatura finché tutta l’aria non è fuoriuscita dalle linee e non si ottiene nient’altro che acqua dall’apparecchiatura, quindi chiudere l’acqua.
  3. Riaccendere lo scaldabagno.  Riaccendere il pilota dello scaldabagno o riattivare l’alimentazione se si tratta di un riscaldatore elettrico. Entro un’ora circa, dovresti avere l’acqua calda.
  4. Controllare la valvola di scarico. Verifica se lo scarico dello scaldabagno si è chiuso completamente cercando perdite dal beccuccio. Se non si è chiuso completamente, è possibile mettere un tappo sulla filettatura del tubo di uscita per arrestare la perdita. Oppure puoi sostituire completamente la valvola.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come testare la pressione dell’acqua della tua casa

Come sostituire uno spruzzatore per lavello da cucina