in

8 consigli su come pulire la malta macchiata

Utilizzando prodotti per la casa, un po ‘di olio di gomito e questa guida su come pulire lo stucco, puoi sbiancare ancora una volta le linee tra le piastrelle.

Le piastrelle sono belle, resistenti e generalmente facili da pulire, ma pulire le fughe? Questa è una storia diversa. A causa della sua colorazione tipicamente leggera e della sua composizione porosa, lo stucco è soggetto a macchie. In un ingresso piastrellato o in un mudroom, sporcizia e sporcizia sono i soliti colpevoli, mentre in cucina è più probabile che la colpa sia delle fuoriuscite. In bagno, i proprietari di casa devono fare i conti con muffe e funghi.

Fortunatamente è possibile pulire e ripristinare lo stucco utilizzando comuni prodotti per la casa e un po ‘di olio di gomito.

Prima di iniziare, ricorda che con qualsiasi progetto di pulizia, è sempre meglio iniziare con la soluzione detergente più delicata. In caso di dubbi su un detergente per fughe, provalo in un punto nascosto, ad esempio sotto un elettrodomestico in cucina o dietro il water in bagno.

Come pulire la malta

I seguenti suggerimenti per la pulizia dello stucco sono elencati dal più delicato al più forte.

1. Strofinare lo stucco sporco utilizzando semplice acqua tiepida e una spazzola a setole rigide.

Se non si dispone già di una spazzola per il lavoro, la maggior parte dei centri domestici e dei negozi di ferramenta offre un assortimento di opzioni appositamente progettate per pulire le fughe. Basta spruzzare acqua calda sulle fughe e strofinare con un movimento circolare, quindi lasciare asciugare.

2. Spruzzare con parti uguali di aceto e acqua tiepida per diversi minuti.

Per lo sporco più pesante e le macchie delicate, rivolgiti all’aceto, un vecchio fidato supporto per molte faccende domestiche. Riempi un flacone spray con mezza soluzione di aceto e acqua tiepida. Spruzzare sullo stucco, lasciare riposare per cinque minuti, quindi strofinare con una spazzola rigida.

3. Applicare una pasta di bicarbonato di sodio e spruzzare con aceto.

Per portare ancora più potere pulente alla festa, coprire le fughe con una pasta di bicarbonato di sodio e acqua, quindi spruzzare sulla soluzione di aceto sopra elencata. Quando la miscela smette di schiumare, strofinare con una spazzola e risciacquare con acqua naturale.

4. Versare un po ‘di perossido di idrogeno.

Le macchie moderate potrebbero richiedere l’uso di perossido di idrogeno, disponibile nella maggior parte dei negozi di droga. Puoi usare il prodotto liscio o applicare una pasta a base di bicarbonato di sodio e perossido di idrogeno.

5. Applicare candeggina all’ossigeno per un massimo di 15 minuti.

Per macchie più resistenti e malta molto sporca, usa la candeggina all’ossigeno come detergente per fughe. Scoprirai che questo detergente è più spesso venduto in polvere; i marchi più venduti includono OxiClean, Clorox OxiMagic e Biokleen Oxygen Bleach Plus. Qualunque prodotto tu scelga per pulire la malta, assicurati che l’area sia ben ventilata, quindi leggi attentamente e segui le indicazioni del produttore per l’applicazione. In genere, ti consigliamo di lasciare agire la soluzione di candeggina all’ossigeno per 10 o 15 minuti prima di risciacquare. Risciacquare sempre con acqua pulita in modo che lo sporco non si depositi nelle fughe.

6. Prova un prodotto commerciale.

Uno dei migliori detergenti per fughe sul mercato potrebbe velocizzare il lavoro di rimozione di muffe e funghi e ripristinare le linee bianche delle fughe luminose. Questi funzionano spesso in due metodi: (1) spruzzare e pulire, o (2) strofinare con un pennello. I prodotti spray affermano di funzionare senza strofinare, il che può far risparmiare tempo ed energia, ma possono contenere acidi più aggressivi, solventi o candeggina a base di cloro. Purga con una spazzola e più pulito non richiede un po ‘di lavoro, ma questo metodo può essere particolarmente efficace su pavimenti e malta molto sporco. Quindi, prima di iniziare a utilizzare un prodotto, prestare attenzione ai principi attivi e seguire le istruzioni (in particolare le precauzioni di sicurezza).

7. Usa la candeggina al cloro con parsimonia sulla malta.

La candeggina al cloro (e i detergenti commerciali contenenti candeggina al cloro) possono essere usati con parsimonia in casi estremi per pulire le fughe. Quando tutto il resto fallisce, un prodotto di riferimento è lo spray Clorox Clean-Up (disponibile su Amazon ).

Prima di applicare, risciacquare tutti i tentativi di cui sopra, specialmente l’aceto, perché tracce di aceto mescolate con candeggina emettono un gas cloro altamente tossico nell’aria circostante. E non renderlo una routine: l’uso a lungo termine di detergenti caustici eroderà lo stucco, quindi questi prodotti dovrebbero essere usati su base limitata.

8. Pulire a vapore le macchie peggiori di stucco.

I migliori mop a vapore possono essere un metodo efficace ed ecologico per pulire la malta o, se è per questo, molte superfici dure in tutta la casa. Bissell, Oreck e Hoover producono tutti pulitori a vapore per uso residenziale.

Per mantenere lo stucco pulito e privo di macchie, è una buona idea spruzzarlo con aceto e pulirlo una volta alla settimana. Puoi anche pulire la malta con alcool per tenere a bada muffe e funghi. In ogni caso, solo pochi spritz e salviette alla settimana possono farti risparmiare molto tempo e fatica per la pulizia, preservando nel contempo l’aspetto attraente della tua casa.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Qual è la differenza? Pavimenti in legno prefinito e non finito

Procedura: pulire l’ardesia