in

Amperaggio e tensione: i pericoli delle scosse elettriche

Ci sono molti pericoli associati all’elettricità. Uno shock accidentale può causare gravi ustioni, danni agli organi interni e persino la morte. È interessante notare che, mentre la maggior parte delle persone pensa all’elettricità in termini di voltaggio, l’aspetto più pericoloso dello  shock elettrico è l’amperaggio, non il voltaggio.

Tensione vs amperaggio

La tensione e l’amperaggio sono due misure di corrente elettrica o flusso di elettroni. La tensione è una misura della pressione che consente agli elettroni di fluire, mentre l’amperaggio è una misura del volume degli elettroni. Una corrente elettrica a 1.000 volt non è più mortale di una corrente a 100 volt, ma piccole variazioni di amperaggio possono fare la differenza tra la vita e la morte quando una persona riceve una scossa elettrica. 

Sebbene la fisica sia complicata, alcuni esperti usano un’analogia di un fiume che scorre per spiegare i principi dell’elettricità. In questa analogia, la tensione è equiparata alla pendenza, o altezza, del fiume, mentre l’amperaggio è equiparata al volume dell’acqua nel fiume. Una corrente elettrica con alta tensione ma amperaggio molto basso può essere vista come un piccolo fiume molto stretto che scorre quasi verticale, come un minuscolo rivolo di una cascata. Avrebbe poco potenziale per ferirti davvero. Ma un grande fiume con molta acqua (amperaggio) può annegarti anche se la velocità del flusso (tensione) è relativamente lenta. 

Dei due, l’amperaggio è ciò che crea davvero il rischio di morte, che diventa chiaro quando si capisce quanto poco amperaggio è necessario per uccidere.  

Effetti dell’amperaggio sulle scosse elettriche

Diverse quantità di amperaggio influenzano il corpo umano in modi diversi. Il seguente elenco spiega alcuni degli effetti più comuni di scosse elettriche a vari livelli di amperaggio. Per capire gli importi coinvolti, un milliampere (mA) è un millesimo di ampere o ampere. Un circuito domestico standard che fornisce prese e interruttori trasporta 15 o 20 ampere (15.000 o 20.000 mA). 

  • Da 1 a 10 mA : si avverte poca o nessuna scossa elettrica.
  • Da 10 a 20 mA : shock doloroso, ma il controllo muscolare non viene perso.
  • Da 20 a 75 mA : shock grave, inclusa una scossa dolorosa e perdita di controllo muscolare; la vittima non può lasciare andare il cavo o un’altra fonte di shock.
  • Da 75 a 100 mA : può verificarsi fibrillazione ventricolare (contrazione non coordinata dei ventricoli) del cuore.
  • 100-200 mA : si verifica fibrillazione ventricolare, che spesso porta alla morte.
  • Oltre 200 mA : si verificano gravi ustioni e gravi contrazioni muscolari. Gli organi interni possono essere danneggiati. Il cuore può fermarsi a causa dei muscoli del torace che esercitano pressione sul cuore, ma questo effetto di bloccaggio può prevenire la fibrillazione ventricolare, migliorando notevolmente le possibilità di sopravvivenza se la vittima viene rimossa dal circuito elettrico.

Questo ti dà un’idea di quanto pericolo ci sia nel sistema di cablaggio domestico che diamo per scontato, dove i cavi trasportano 15.000 o 20.000 mA. 

Rimanere al sicuro

Il modo migliore per evitare scosse elettriche è seguire le procedure di sicurezza standard per tutti i lavori elettrici. Ecco alcune delle regole di sicurezza di base più importanti:

  • Spegnere l’alimentazione : spegnere sempre l’alimentazione a un circuito o dispositivo su cui si lavorerà. Il modo più affidabile per interrompere l’alimentazione è spegnere l’interruttore del circuito nel pannello di servizio della casa (scatola dell’interruttore).
  • Test di alimentazione : dopo aver spento un interruttore di circuito, controllare il cablaggio oi dispositivi su cui si lavorerà con un tester di tensione senza contatto per confermare che l’alimentazione è spenta. Questo è l’unico modo per essere sicuri di aver spento il circuito corretto.
  • Utilizzare scale isolate : non utilizzare mai una scala in alluminio per lavori elettrici. Usa sempre una scala in fibra di vetro isolata per tenerti al sicuro.
  • Rimanere asciutti : evitare le zone umide quando si lavora intorno all’elettricità. Se ti trovi all’aperto in condizioni umide o bagnate, indossa stivali e guanti di gomma per ridurre la possibilità di subire shock. Collegare gli utensili elettrici e gli apparecchi a una presa GFCI (interruttore di circuito con guasto a terra) o una prolunga GFCI. Asciugati le mani prima di afferrare qualsiasi cavo.
  • Messaggi di avvertenza : se si sta lavorando sul  pannello di servizio  o su un circuito, posizionare un’etichetta di avvertenza sulla parte anteriore del pannello per avvertire gli altri di non attivare alcun circuito. Prima di riaccendere l’alimentazione, assicurarsi che nessun altro sia in contatto con il circuito.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Qual è la migliore illuminazione sotto il mobile?

Suggerimenti per il posizionamento di un ventilatore per lo sfiato del bagno