in

Come aggiungere un secondo lavandino del bagno

Per le famiglie impegnate, una vanità con doppio lavabo può essere un vero toccasana. Quando inizi con una vanità a un lavandino, l’aggiunta di un secondo lavabo comporta in genere uno dei due scenari: o stai installando un nuovo piano di lavoro (presumibilmente un top con due ritagli di lavabo) o stai installando un secondo lavandino accanto al primo lavello tagliando un’apertura nel piano di lavoro e aggiungendo le linee di alimentazione dell’acqua e di scarico per servire il nuovo lavello. Il secondo scenario è delineato in questo progetto. Il primo scenario richiede lo scarico dell’impianto idraulico e i collegamenti di approvvigionamento idrico simili, ma non prevede l’apertura del lavandino.

Il tuo lavello e il tuo piano di lavoro sono adatti?

Prima di decidere di affrontare questo progetto da solo, prendi in considerazione il tipo di lavello e il materiale del piano di lavoro . I banconi in laminato, superficie solida o legno sono abbastanza adatti al fai da te quando si tratta di tagliare un’apertura per un secondo lavandino. Ma tagliare un piano lavabo in granito, quarzo o marmo è quasi sempre un lavoro per un professionista, poiché questi materiali richiedono strumenti e tecniche speciali. Particelle di polvere pericolose e crepe sono due potenziali problemi che i professionisti sanno come affrontare.

Il taglio di laminati, superfici solide (come Corian) e legno può essere eseguito con un trapano e un seghetto alternativo. Un seghetto alternativo fa un taglio abbastanza grezzo, ma se stai installando un lavello da incasso, il bordo tagliato non sarà visibile. Se invece si vuole installare un lavello sottotop con piano in massello o in legno (i sottotop non funzionano con il laminato), l’apertura del lavello deve essere tagliata perfettamente e ricevere un bordo profilato, e deve essere lucidata in tinta il resto del piano di lavoro. Ciò richiede tecniche avanzate con un router e altri strumenti per la lavorazione del legno.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Metro A nastro
  • Marker
  • Trapano e punta da 3/8 o 1/2 pollice
  • Seghetto alternativo con lama a denti fini
  • Pinza per linguetta e scanalatura
  • Chiave regolabile
  • Pistola per calafataggio
  • Secchio
  • Seghetto

Materiali

  • Nuovo lavello con rubinetto e gruppo scarico
  • Due tubi flessibili di alimentazione dell’acqua
  • Stucco da idraulico
  • Mastice al silicone
  • 2 gruppi sifone in PVC, con gomiti ed estensioni (secondo necessità)
  • Raccordo a T di scarico
  • 2 valvole di intercettazione a doppia uscita

Istruzioni

  1. Segna il buco per il lavandinoMisura la parte inferiore del lavandino per determinare le dimensioni e la forma del foro nel piano di lavoro per far cadere nel lavandino. I produttori di lavelli spesso forniscono un modello di carta o cartone che è possibile utilizzare per contrassegnare il piano di lavoro per il taglio. L’allineamento e la spaziatura corretti rispetto al lavandino esistente sono fondamentali in questo caso: assicurarsi che ci sia la giusta quantità di spazio tra i bacini e che siano posizionati con la stessa distanza fronte-retro sul piano di lavoro. Segna un contorno di taglio per il foro, usando un pennarello.Se si desidera utilizzare lo stesso sifone di scarico per entrambi i lavelli, come mostrato qui, non dovrebbero esserci più di 30 pollici tra i lavelli. Per garantire un uso confortevole per entrambi i lavandini, ci dovrebbe essere almeno 24 pollici di spazio tra i lavandini.
  2. Ritaglia il foro del lavandinoPraticare un foro attraverso il piano di lavoro all’interno del contorno segnato, utilizzando una punta da trapano da 3/8 o 1/2 pollice (deve essere abbastanza grande da contenere una lama per seghetto alternativo). Posiziona il seghetto alternativo sul piano di lavoro, inserendo la lama nel foro, quindi fai il taglio con la sega. Prova a montare il nuovo lavandino per assicurarti che si adatti. 
  3. Montare il rubinettoMontare il rubinetto sul lavandino. In genere è più facile installare il rubinetto e il raccordo di scarico nel lavandino prima di inserirlo nell’apertura del ritaglio. Ciò comporta l’inserimento delle cordicelle del rubinetto attraverso i fori sul lavandino, quindi infilare i dadi di montaggio sulle corde dalla parte inferiore del lavello. Con alcuni rubinetti, applicherai un sottile strato di mastice idraulico tra la base del rubinetto e il lavandino. Altri rubinetti hanno una guarnizione in schiuma o gomma che rende inutile lo stucco. Stringere i dadi di montaggio con una pinza maschio-femmina. 
  4. Aggiungere i tubi di alimentazione dell’acquaAttaccare i tubi flessibili di alimentazione dell’acqua alle corde calde e fredde del rubinetto. Assicurati che i tubi siano abbastanza lunghi da raggiungere dalla posizione del lavandino alle valvole di intercettazione esistenti sotto il piano di lavoro. Stringere i tubi di alimentazione alle cordicelle utilizzando una chiave regolabile. 
  5. Installare il gruppo di scaricoInstallare il raccordo di scarico dal gruppo di scarico sul lavello, seguendo le istruzioni del produttore. Con la maggior parte degli scarichi, un cordone di mastice idraulico viene posizionato attorno all’apertura di scarico, quindi il gruppo di scarico viene inserito nell’apertura di scarico e un dado di montaggio viene avvitato sul codolo del raccordo da sotto il lavandino. Utilizzare pinze maschio-femmina per stringere saldamente la cordiera. Alcuni terminali e dadi di montaggio sono realizzati in plastica, quindi fai attenzione a non rompere le parti stringendo eccessivamente.Pulisci lo stucco dell’idraulico che è fuoriuscito dalla flangia del raccordo di scarico sul fondo del lavandino. 
  6. Installa il lavandinoInserisci il lavandino nell’apertura del piano di lavoro, seguendo le istruzioni del produttore. Questo di solito significa applicare un cordone di mastice siliconico attorno all’apertura del ritaglio, quindi abbassare il lavandino in posizione. Alcuni stili di lavello possono avere staffe installate sotto il lavandino per tenerlo in posizione contro il piano di lavoro. Se necessario, passa una perlina di mastice attorno alla giuntura tra il bordo del lavandino e il piano di lavoro. Rimuovere l’eventuale mastice in eccesso con uno straccio umido. 
  7. Smontare il vecchio scarico del lavandinoAdattare la configurazione del sifone di scarico del vecchio lavandino in modo che possa accettare due lavandini. Dove i lavandini sono a 30 pollici o meno di distanza, possono essere serviti dalla stessa P-trap.Posizionare un secchio sotto la trappola a P sul vecchio lavello, quindi scollegare i tubi di scarico e il sifone di scarico , utilizzando una pinza maschio-femmina. In alcuni casi, potrebbe essere necessario tagliare i tubi utilizzando un seghetto. Rimuovere la prolunga della cordiera che scende dal lavandino esistente, nonché il sifone a P e il braccio della trappola che scorre nell’apertura di scarico nel muro.La maggior parte dei lavandini del bagno utilizza parti trappola da 1 1/4 di pollice, ma potresti trovarne alcune con scarichi da 1 1/2 pollici. Potrebbero essere necessari vari raccordi di transizione, a seconda della situazione.
  8. Assembla i nuovi scarichiAssemblare i pezzi per collegare entrambi gli scarichi del lavandino a un singolo sifone a P. Tipicamente, la configurazione del sifone di drenaggio include gomiti a 90 gradi sul fondo di ciascuna cordiera di drenaggio; questi si incontrano a un raccordo a T tra i lavelli. Dal tee, un breve tubo conduce alla trappola P. L’uscita del sifone a P è collegata all’apertura di scarico nel muro con un tubo del braccio della trappola.Assicurarsi che tutte le sezioni del tubo orizzontali si inclinino verso il basso (nella direzione del flusso d’acqua) con una pendenza di circa 1/4 di pollice per piede. Ciò garantirà un flusso di scarico corretto. Potrebbe essere necessario apportare modifiche a questo punto, possibilmente tagliando i terminali di scarico o aggiungendo estensioni per creare la giusta pendenza verso il basso.Una volta che i tubi di scarico in PVC sono soddisfacenti, stringere tutti i collegamenti a giunto scorrevole utilizzando pinze maschio-femmina. 
  9. Rimuovere le vecchie valvole di intercettazioneSostituire le valvole di intercettazione apparecchio esistente con doppia uscita valvole di arresto che può alimentare entrambi rubinetti lavello. Inizia chiudendo l’acqua alla valvola di intercettazione principale della casa. Posizionare un secchio sotto le valvole di alimentazione dell’acqua sotto il lavandino esistente.Scollegare i tubi di alimentazione che servono il lavello esistente dalle valvole di intercettazione, utilizzando una pinza o una chiave regolabile. Ciò potrebbe richiedere due chiavi; uno per tenere la valvola, l’altro per allentare il dado di montaggio sul tubo di alimentazione.Rimuovere le valvole di intercettazione dell’attrezzatura dagli stub-out di alimentazione dell’acqua. Normalmente questo viene fatto allentando i dadi del raccordo a compressione con una chiave. Se le valvole sono state saldate in posizione, potrebbe essere necessario tagliare le valvole, utilizzando un seghetto. 
  10. Installare le nuove valvole di intercettazioneCollegare le nuove valvole di intercettazione a doppia uscita agli stub-out di alimentazione dell’acqua, seguendo le istruzioni del produttore. Con le valvole a compressione, ciò significa montare un anello di compressione e un dado di compressione sul tubo, quindi fissare la valvola serrando il dado con una chiave. Le valvole con connettori a innesto scivolano semplicemente sull’estremità del tubo di uscita. 
  11. Collegare i tubi di alimentazione dell’acquaAttaccare l’estremità libera di ciascun tubo di alimentazione del rubinetto (da entrambi i lavelli) alla valvola appropriata, utilizzando una chiave regolabile. Assicurarsi di abbinare correttamente i tubi di alimentazione dell’acqua calda alla valvola di intercettazione dell’acqua calda e da fredda a fredda. 
  12. Verificare la presenza di perditeAprire la valvola principale di alimentazione dell’acqua. Aprire le valvole di intercettazione del dispositivo e testare i rubinetti su entrambi i lavandini. Verificare la presenza di perdite sia nei raccordi di alimentazione dell’acqua che nei raccordi di scarico. Stringere tutti i collegamenti che presentano perdite. Di solito, è necessaria solo una piccola quantità di serraggio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come installare un lavabo a parete

Come riparare facilmente box doccia e vasche da bagno