in

Come disinfettare il bucato per infezioni batteriche e virali

Speriamo tutti che nessuno nella nostra famiglia si ammali di infezioni batteriche o virali come enterovirus, influenza o anche un brutto raffreddore. Ma quando accade, è importante prevenire la diffusione della malattia ad altri nella famiglia. Fortunatamente, gli scienziati della Cooperative Extension Yates Association della Cornell University hanno svolto la ricerca e fornito le informazioni necessarie su come eliminare le infezioni batteriche e virali nel bucato di casa.

avvertimento

La ricerca mostra che è raro essere infettati dalla manipolazione di indumenti biologicamente infetti, anche scrub medici. Tuttavia, fino a quando questi indumenti e lenzuola non vengono lavati o lavati a secco, si consiglia di indossare guanti di gomma usa e getta quando si maneggia il bucato sporco e di gettare i guanti dopo l’uso. È meglio usare un cesto della biancheria di plastica che può essere pulito con un disinfettante per trasportare il bucato e tenerlo lontano dal viso.

Disinfettanti per bucato

La disinfezione del bucato di casa può essere eseguita in modo economico, semplice e senza danneggiare il tessuto. Queste quattro categorie di prodotti sono sicure per i tessuti e sono disponibili nei negozi locali. Sono riconosciuti dai microbiologi presso l’USDA Textile and Clothing Laboratory. Seguire attentamente le indicazioni del prodotto e utilizzare la quantità di disinfettante consigliata sull’etichetta del prodotto.

  • Disinfettanti all’olio di pino : sono efficaci in acqua calda e calda e possono essere utilizzati sia su tessuti bianchi che colorati. Alcuni marchi includono Pine-Sol, Spic-n-Span Pine e Lysol Pine Action. Dovrebbero essere aggiunti all’inizio del ciclo di lavaggio. Per essere efficace, il prodotto deve contenere l’80% di olio di pino.
  • Disinfettanti fenolici : sono efficaci anche in acqua calda e calda e possono essere utilizzati su tessuti bianchi e colorati. Il disinfettante a marchio Lysol è disponibile nella maggior parte delle aree. È possibile aggiungere disinfettanti fenolici all’acqua di lavaggio o di risciacquo se l’acqua di risciacquo è calda.
  • Disinfettanti a base di cloro liquido (ipoclorito di sodio) : noto anche come candeggina a base di cloro, può essere utilizzato a temperature dell’acqua calda, calda o fredda solo su tessuti bianchi. Per essere efficace, deve esserci una concentrazione dal 5,25 al 6,15% di ipoclorito di sodio. Non tutte le formule di candeggina a base di cloro sono così forti, quindi leggi le etichette. Esempi di candeggina liquida al cloro includono Clorox e tutte le marche di supermercati.

Leggere e seguire le indicazioni dell’etichetta

La candeggina al cloro deve essere sempre diluita con acqua prima di aggiungerla alla lavatrice e non deve mai essere versata direttamente sui vestiti. Non è adatto per l’uso su lana, seta, spandex o alcuni tessuti tinti e finiti e causerà danni permanenti. Assicurati di leggere le etichette di cura su tutti gli articoli da lavare.

  • Disinfettanti quaternari : sono estremamente efficaci a tutte le temperature dell’acqua ma sono meno prontamente disponibili rispetto agli altri prodotti. Lysol e Clorox offrono formule quaternarie, così come altre marche. L’azienda Amway produce Pursue, che non è consigliato per il bucato ma può essere aggiunto al risciacquo finale seguendo il tasso di diluizione per litro d’acqua consigliato sull’etichetta. Molti detergenti per la casa contengono ingredienti disinfettanti efficaci, ma non sono consigliati per il bucato perché possono danneggiare i tessuti.

Nota: le candeggine a base di ossigeno (OxiClean, Clorox 2, OXOBrite sono marchi commerciali) non forniscono qualità disinfettanti se utilizzate nei processi di lavanderia domestica.

Come usare i disinfettanti per bucato

La trasmissione della maggior parte dei virus e dei batteri avviene da persona a persona o il contatto con fluidi corporei e si ritiene che la trasmissione da oggetti inanimati, come gli indumenti, sia estremamente rara. Le normali procedure di lavanderia dovrebbero utilizzare acqua calda (100 gradi F. o superiore con 140 gradi F ottimali), un prodotto disinfettante seguendo le indicazioni del prodotto e, infine, un ciclo di asciugatura ad alta temperatura. Questi passaggi uccidono qualsiasi virus in questione, anche il virus dell’AIDS. 

  • Quando qualcuno è malato, opta per lenzuola bianche di cotone al 100%. Perché? Possono essere noiosi ma sono facili da disinfettare con acqua calda. Le lastre dai colori brillanti e una miscela sintetica non possono resistere ai rigori dei prodotti chimici disinfettanti.
  • Una delle cose migliori che puoi fare per proteggerti è indossare guanti di gomma quando maneggi il bucato sporco. Per lo meno, tieni le lenzuola lontane dal viso e dal corpo.
  • Lavare sempre la biancheria il prima possibile per evitare la contaminazione incrociata nella cesta con altri indumenti.
  • La lavatrice può ospitare germi e batteri e dovrebbe essere pulita regolarmente, soprattutto dopo che una malattia è dilagata in casa. Ciò è particolarmente importante se si utilizza principalmente acqua fredda per il lavaggio.

Pulizia delle macchie di biancheria da letto malato

  • Macchie di medicinali : farmacie e produttori aggiungono aromi e colori che rendono più attraente l’assunzione di medicinali liquidi, ma anche i coloranti lasciano macchie. 
  • Macchie di pomate e pomate : possono lasciare macchie di grasso su lenzuola e vestiti. È importante rimuovere queste macchie il prima possibile per evitare macchie permanenti, specialmente sui vestiti. Usa sempre il bordo di un cucchiaio o un coltello smussato per rimuovere la maggior quantità possibile di unguento. Non strofinare. Questo spinge solo il disordine grasso più in profondità nelle fibre del tessuto. 
  • Vomito, urina e feci : tieni un paio di lenzuola in più nella stanza del malato. Ciò eviterà di armeggiare nel cuore della notte mentre cerchi di trovare lenzuola pulite. Tutte queste macchie sono macchie di proteine ​​e sono trattate in modo simile per rimuovere macchie e odori. Master one, master all. Impara come rimuovere le macchie di vomito e l’odore e come rimuovere le macchie di urina e l’odore.
  • Macchie di sangue : anche il sangue è una macchia di proteine ​​e deve essere maneggiato con la corretta temperatura dell’acqua per evitare macchie eccessive. Tratta le macchie di sangue il più rapidamente possibile.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Cosa c’è di meglio: liquido, polvere o cialde per detersivo per bucato?

Guida al lavaggio dei vestiti delle donne