in ,

Come essiccare e conservare i fiori di ortensie

Se coltivi ortensie e ti ritrovi a desiderare che la loro bellezza rimanga per molto tempo dopo la fioritura, sarai felice di sentire quanto sia facile essiccare i fiori. Le ortensie sono uno di quei fiori che non richiedono quasi nessuno sforzo per essere conservati: si asciugano in circa due settimane e possono durare fino a un anno. Puoi conservare le ortensie in diversi modi, ma il metodo di essiccazione in acqua aiuta i fiori a mantenere il loro colore meglio e dura più a lungo. Fiori essiccati: consigli, trucchi e le migliori varietà 

Quando essiccare le ortensie

Il momento ideale per tagliare i fiori di ortensie ad essiccare è verso la fine della loro stagione di crescita (da agosto a ottobre), quando i petali più grandi iniziano a cambiare colore e sviluppano una sensazione di carta ei piccoli fiori stanno appena iniziando ad aprirsi. Se non riesci a vedere davvero i minuscoli fiori sulla tua varietà di ortensie , puoi fare affidamento solo sul cambiamento di colore: tieni presente che può essere un modo difficile per giudicare la prontezza in alcune varietà in cui il cambiamento di tonalità è più sfumato, come come ” Annabelle “, che passa solo dal bianco brillante al verde chiaro.

La sfida più grande quando si tratta di essiccare le ortensie è sapere il momento giusto per tagliare i fiori. Se tagli gli steli al culmine della fioritura, avranno troppa umidità e non si asciugheranno abbastanza velocemente da conservare la loro bellezza, ma tagliali troppo tardi e diventeranno marroni. A seconda dell’anno, può essere quasi impossibile trovare fiori pronti per il taglio che abbiano assolutamente zero macchie marroni su di loro, quindi ricorda che puoi sempre rimuovere i singoli fiori marroni prima o dopo l’essiccazione.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Cesoie
  • Vaso

Materiali

  • Fiori di ortensie

Istruzioni

  1. Prepara i fioriPotrebbe sembrare controintuitivo essiccare i fiori usando l’acqua, ma lasciare che le ortensie si secchino lentamente le aiuta a mantenere il loro colore e la loro forma (anche gli steli diventano più robusti se essiccati in questo modo).Per preparare le tue ortensie, taglia ogni fiore su un angolo usando un paio di forbici da potatura, lasciando una lunghezza del gambo tra 12 e 18 pollici attaccata. Rimuovi tutte le foglie dal gambo.   
  2. Metti i fiori recisi nell’acquaQuindi, metti i tuoi fiori appena tagliati in un vaso; riempirlo per circa metà con acqua e posizionarlo in un luogo fresco e lontano dalla luce solare diretta. Fai attenzione a non riempire eccessivamente il tuo vaso di steli, poiché l’ortensia si asciuga meglio quando ha spazio per “respirare”.Con il passare dei giorni, lasciare evaporare completamente l’acqua dal vaso. Questo processo di solito richiede circa due o tre settimane: alla fine, le tue ortensie dovrebbero essere asciutte al tatto e gli steli dovrebbero essere in grado di staccarsi facilmente. A questo punto sono pronti per l’uso.  
  3. Usa le tue ortensie essiccateCi sono molti modi decorativi per mostrare le tue ortensie essiccate. Sono belli da soli in un vaso, ma puoi anche mescolarli in ghirlande stagionali o aggiungerli alle  finestre insieme ad altri fiori secchi. Sposarsi in autunno? Puoi persino usarli nelle composizioni floreali del tuo matrimonio .  

Altri metodi per essiccare le ortensie

Ci sono molti altri modi per conservare le tue ortensie. Se preferisci, puoi asciugare all’aria i tuoi fiori appendendo i singoli steli a testa in giù in un luogo fresco e asciutto. Le ortensie essiccate all’aria tendono ad essere un po ‘più fragili delle loro controparti essiccate in acqua, ma risultano comunque belle.

Un’altra opzione è lasciare asciugare i fiori sulla pianta finché non si sentono cartacei. Tuttavia, potresti non ottenere il colore più vibrante in questo modo e non dureranno quanto lo farebbero usando il metodo ad acqua. Una parola di cautela riguardo a questo approccio senza mani: se vivi in ​​una zona che subisce molta pioggia, c’è la possibilità che i tuoi fiori possano diventare marroni prima di asciugarsi con successo.

Qualunque metodo tu scelga, pianifica di sostituire i tuoi fiori secchi ogni anno circa, giusto in tempo perché il prossimo lotto fresco venga tagliato dal ramo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Suggerimenti per coltivare un raccolto autunnale di fagioli

Piante a prova di coniglio