in

Come installare rilevatori di fumo cablati

I rilevatori di fumo sono richiesti dal codice elettrico residenziale quasi ovunque, e per una buona ragione: la ricerca dimostra che i rilevatori di fumo salvano vite umane e proprietà allertando gli occupanti dei primi incendi. Gli incendi domestici spesso iniziano così silenziosamente che gli occupanti non hanno idea che la casa sia in fiamme finché non è troppo tardi. Il fumo può uccidere gli occupanti molto prima che le fiamme siano visibili. I rilevatori di fumo rimangono svegli tutto il giorno e tutta la notte, rilevando continuamente anche le più deboli tracce di fumo e fuoco.

Tutti i rilevatori di fumo richiedono una carica elettrica e funzionano solo quando hanno una carica elettrica continua. Senza una carica elettrica, i rilevatori di fumo sono inutili. Gli studi hanno dimostrato che circa il 25% di tutti i rilevatori di fumo guasti era causato da batterie scariche. I rilevatori di fumo sono disponibili in due stili: rilevatori di fumo a batteria alimentati da batterie sostituibili e rilevatori di fumo cablati alimentati da circuiti domestici, con batterie di backup interne che intervengono in caso di guasto della fonte di alimentazione. I rilevatori di fumo cablati sono considerati l’opzione più sicura.

Che cos’è un rilevatore di fumo cablato?

Il termine “cablato” si riferisce a qualsiasi dispositivo elettrico o apparecchio in cui un cavo di circuito passa direttamente in una scatola di connessione elettrica sul dispositivo. In altre parole, un dispositivo cablato non si collega a una presa elettrica.

Dall’esterno, i rilevatori di fumo cablati assomigliano molto a rilevatori di fumo alimentati a batteria e si trovano nelle stesse aree all’interno della casa. La differenza è che i rilevatori di fumo cablati includono un cavo elettrico che corre invisibile dietro il soffitto o la parete direttamente nella parte posteriore del rilevatore di fumo. Il cavo elettrico fornisce alimentazione al rilevatore di fumo in ogni momento, tranne in caso di interruzione di corrente. In caso di mancanza di corrente, una batteria di bordo prende il sopravvento e continua ad alimentare il rilevatore di fumo.

Codici e regolamenti

Consultare l’ agenzia di autorizzazione locale per i codici e le normative riguardanti i rilevatori di fumo cablati. In molte comunità, i rilevatori di fumo cablati sono sempre più richiesti nelle nuove costruzioni e nei lavori di ristrutturazione della casa. Anche se il codice non richiede l’installazione di rilevatori di fumo cablati nella vostra casa, potreste considerare di farlo poiché sono più affidabili e quindi più sicuri dei rilevatori di fumo a batteria.

Panoramica dei lavori elettrici

I fai-da-te dovrebbero avere una buona familiarità con il lavoro elettrico domestico e una comprensione dei circuiti elettrici prima di tentare di installare i propri rilevatori di fumo cablati. Se non hai questa esperienza e comprensione, questo è un progetto che è meglio lasciare a un elettricista professionista .

Il codice elettrico non richiede che i rilevatori di fumo cablati siano collegati al proprio circuito dedicato, sebbene non vi sia nulla di sbagliato nell’installazione di un nuovo circuito per alimentare i rilevatori. Più spesso, tuttavia, i rilevatori di fumo cablati vengono installati mediante giunzione in un circuito di illuminazione generale o in un circuito di presa. Per alimentare rilevatori di fumo cablati è accettabile un circuito da 15 A (cablato con cavo da 14 gauge) o un circuito da 20 A (cablato con cavo da 12 gauge).

Il cablaggio dei rilevatori di fumo è abbastanza semplice per un fai-da-te esperto o un elettricista professionista. Innanzitutto, le scatole elettriche a soffitto di vecchia generazione vengono installate nei punti appropriati in cui verranno installati i rilevatori di fumo. Quindi, un cavo a 2 fili viene eseguito dalla fonte di alimentazione al primo rilevatore di fumo. (Questa fonte di alimentazione può essere un pannello dell’interruttore di circuito, una presa esistente, un interruttore a parete o una lampada con fili passanti.) Successivamente, vengono installati cavi a 3 fili per collegare i rilevatori di fumo in sequenza. Quindi, vengono effettuati i vari collegamenti dei cavi e vengono installati i dispositivi.

Tutte le precauzioni standard devono essere seguite quando si lavora con i circuiti elettrici. L’alimentazione deve essere interrotta e testata per la tensione prima di effettuare qualsiasi collegamento del cavo di alimentazione.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Scaletta di sei piedi
  • Metro A nastro
  • Matita
  • Cercatore di perni
  • Sega per cartongesso
  • Trapano a batteria
  • Nastro di pesce
  • Strappatore di cavi
  • Spellafili
  • Tester di tensione

Materiali

  • Rilevatori di fumo cablati
  • Scatole elettriche vecchio stile
  • Connettori per cavi approvati UL
  • Cavo NM a 2 fili
  • Cavo NM a 3 fili

Istruzioni

  1. Contrassegnare le posizioni per le scatole dei rilevatori di fumoTrova le posizioni migliori per i rilevatori di fumo. I soffitti sono generalmente il posto migliore per i rilevatori di fumo poiché il fumo sale. Se si installa il rilevatore su una parete, installarlo entro 12 pollici dal soffitto. Le istruzioni del produttore, così come il codice edilizio locale, forniranno consigli su dove devono essere installati gli allarmi.In primo luogo, utilizzare un cercatore di perni per individuare i travetti del soffitto o i montanti delle pareti. Tenere la scatola elettrica all’indietro e utilizzare il perimetro della sua faccia come modello per disegnare un ritaglio attorno al perimetro. Con le scatole da lavoro vecchio, assicurati di posizionare le scatole tra travetti o montanti, non sopra di loro. 
  2. Crea ritagliCon la sega per cartongesso, tagliare le aperture nel muro a secco per contenere le scatole elettriche per i rilevatori di fumo. Potrebbe essere necessario praticare un foro pilota per stabilire un punto di partenza per la sega. 
  3. Fai passare il cavo NM alla prima scatolaDalla fonte di alimentazione, far passare il cavo a 2 fili (con messa a terra) alla prima posizione della scatola. La fonte di alimentazione può essere una qualsiasi delle diverse posizioni:
    • Una presa a muro esistente
    • Un interruttore a muro
    • Una plafoniera con cavo a circuito passante non comandato da interruttore
    • Il pannello dell’interruttore
    Il cavo da pesca attraverso i muri è spesso la parte più difficile dell’installazione. Può essere necessario un po ‘di ingegnosità per capire il percorso migliore per far passare i cavi. Alcuni elettricisti professionisti preferiscono pescare i cavi negli spazi della soffitta, lungo i travetti del soffitto, quindi nelle scatole dei rilevatori di fumo. Questo metodo potrebbe richiedere più cavi, ma può essere molto più facile pescare i cavi in ​​questo modo.Mentre instradate i cavi, lasciate una buona quantità di cavo in eccesso che si estende attraverso il foro nel muro a secco. Lo taglierai alla lunghezza corretta durante l’installazione delle scatole. 
  4. Collega i cavi ad altre scatoleDalla posizione della prima scatola del rilevatore di fumo, far passare il cavo a 3 fili (con messa a terra) a ciascun rilevatore di fumo successivo. Il filo in più in questi cavi consente ai rilevatori di fumo di “parlare” tra loro, in modo che tutti i rilevatori suonino l’allarme quando qualcuno di loro rileva fumo o fuoco.Ancora una volta, lasciare un sacco di cavo in eccesso che si estende attraverso i fori nel muro a secco. 
  5. Inserire i cavi nelle scatole elettricheIn ogni posizione della scatola, per prima cosa, taglia via il cavo in eccesso in modo che circa 8 pollici di filo si estendano in ogni scatola elettrica. Quindi, rimuovere la guaina esterna dai cavi utilizzando uno scarificatore di cavi e inserirli nelle scatole elettriche in modo che da 1/4 a 1/2 pollice di isolamento del cavo si estenda oltre i morsetti e nella scatola.Il modo in cui i cavi vengono fissati nelle scatole varia a seconda del tipo di scatola che stai utilizzando. Con alcune scatole di metallo, potrebbe essere necessario installare un serracavo nelle aperture cieche sulla scatola, mentre altre hanno morsetti interni che trattengono i cavi. 
  6. Montare le scatoleCon i cavi fissati in ogni scatola, installa ogni vecchia scatola di lavoro nell’apertura nel muro a secco. Stringere le viti nella scatola, che attireranno le linguette di fissaggio contro il retro del muro a secco, fissandolo in posizione. 
  7. Installare le piastre di montaggioIn ogni posizione del rilevatore di fumo, inserire i fili del circuito attraverso la piastra di montaggio del rilevatore, quindi allineare i fori delle viti sulla piastra di montaggio con i fori nella scatola elettrica e utilizzare le viti incluse per fissare la piastra alla scatola. 
  8. Collegare i rilevatori di fumoNella prima scatola, utilizzando i dadi dei cavi o altri connettori per cavi approvati UL per collegare i conduttori del cavo sul rilevatore di fumo:
    • Unire i fili del circuito nero al conduttore del filo nero sul rilevatore di fumo.
    • Collegare i fili del circuito bianco con il cavo del filo bianco sul rilevatore di fumo.
    • Collegare insieme tutti i fili di terra in rame nudo. Se si utilizza una scatola di metallo allegare anche una di rame nudo o isolato verde codino filo alla scatola.
    • Collegare il cavo rosso del circuito al cavo di interconnessione (carrello) dal rilevatore di fumo, solitamente contrassegnato in giallo.
    Infila con attenzione i fili attraverso la piastra di montaggio, quindi fissa il rilevatore di fumo alla piastra di montaggio, seguendo le indicazioni del produttore. Per la maggior parte dei rilevatori, sarà necessario far scorrere le tacche sul rilevatore nelle fessure sulla base, quindi ruotare.ManciaI metodi di connessione per i rilevatori di fumo variano da modello a modello, quindi assicurati di seguire le indicazioni del produttore. Su alcuni modelli, i collegamenti dei cavi vengono effettuati su una piastra di montaggio dotata di una presa a innesto, nella quale è inserito il rilevatore di fumo. Su altri modelli, i collegamenti dei cavi vengono effettuati direttamente al rilevatore di fumo.
  9. Installare la batteria di backup del rilevatore di fumoInserire la batteria nel rilevatore di fumo, allineando i terminali positivo e negativo nella configurazione corretta. Riposiziona il coperchio. 
  10. Collegarsi alla fonte di alimentazioneLa parte più complicata dell’installazione è collegare il cavo di alimentazione che porta l’alimentazione al primo rilevatore di fumo alla sua fonte di alimentazione. È qui che alcuni fai-da-te possono scegliere di avere un elettricista professionista per il collegamento.Se stai alimentando i rilevatori di fumo da una presa esistente o da un circuito di illuminazione, questo collegamento viene effettuato spegnendo il circuito e testando l’alimentazione, quindi aprendo una presa, un interruttore della luce o una scatola del soffitto e inserendo i cavi del circuito per unirli il cavo del rilevatore di fumo al circuito. È importante, tuttavia, collegare i cavi del circuito che non sono controllati da un interruttore a parete. Ciò significa che se ci si collega a una scatola di apparecchi di illuminazione, deve essere una scatola in cui sono presenti cavi passanti che non sono controllati da un interruttore a parete. Se si esegue la giunzione a un interruttore a parete, è necessario collegarlo al cavo di alimentazione nero che alimenta l’interruttore, non al cavo in uscita che porta l’alimentazione alla lampada.Se si installa un nuovo circuito, il collegamento di alimentazione prevede l’installazione di un nuovo interruttore protetto da AFCI per alimentare i rilevatori di fumo. 
  11. Prova i rilevatori di fumoAccendere il circuito, quindi testare i rilevatori di fumo premendo il pulsante di test su ciascun rilevatore, uno alla volta. Se funzionano correttamente, tutti gli allarmi dovrebbero suonare quando si preme ciascun pulsante di prova. 

Quando chiamare un professionista

I rilevatori di fumo cablati sono un progetto elettrico avanzato che ha un impatto diretto sulla tua sicurezza. Se ti senti a disagio per la tua capacità di installare questi dispositivi, chiama un elettricista autorizzato per assistenza.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Corrispondenza della dimensione del cavo all’amperaggio del circuito

All’interno del pannello di servizio elettrico principale