in

Come lavare e pulire i pezzi a punto croce

L’arte del punto croce viene eseguita applicando punti filo su un tessuto di base in  cotone , lana , lino o seta . I fili possono essere cotone, metallizzato , seta o rayon. Come con qualsiasi pezzo artigianale, è necessario prestare attenzione per preservare il lavoro.

Cominciando dall’inizio

Il primo passo per pulire un punto croce vintage dovrebbe essere rimuovere la polvere. Copri l’estremità del tubo del tuo aspirapolvere con una calza di nylon o una rete leggera. Partendo dalla parte anteriore del pezzo, aspirare mantenendo l’ugello appena sopra il pezzo. Se il pezzo è un cuscino con un inserto, capovolgi il rivestimento a punto croce e ripeti il ​​processo sul retro del pezzo.

Questo potrebbe essere sufficiente per illuminare il pezzo e dargli l’aspetto che desideri. Se il pezzo è ancora sporco, puoi passare al lavaggio a mano. Se il pezzo ha un grande valore monetario o sentimentale, considera la possibilità di consultare un conservatore tessile professionista. Il tuo museo d’arte locale dovrebbe essere in grado di consigliarne uno.

Test per la solidità del colore

Prima di fare qualsiasi altra cosa, è necessario controllare le fibre per la solidità del colore per evitare che i coloranti scorrano. Il test è semplice. Per grandi blocchi di colore, inumidisci un pezzo di panno bianco con acqua fredda e strofinalo delicatamente su ogni colore diverso del tuo pezzo (usa un batuffolo di cotone per piccole aree). Se c’è del trasferimento di colore sul panno bianco o sul tampone, non lavare affatto il pezzo. Il lavaggio provocherà scolorimento e sbiadimento.

Se hai dimenticato di testarlo o qualcun altro lo ha lavato e i colori sono scoloriti, puoi trattare le macchie di tintura con candeggina all’ossigeno, ma potrebbero essere necessari molti, molti bagni perché il filo che non era colorato continuerà a sanguinare fino a quando tutto il colorante sciolto sarà esausto.

Lavare a mano o lavare a secco fai da te?

Se il tuo pezzo non è molto sporco e ha solo bisogno di essere rinfrescato, considera l’utilizzo di uno dei kit fai – da – te per la pulizia a secco . Assicurati di aver eseguito il test colorfast e poi segui le istruzioni con il kit. Il tuo cuscino o attaccapanni sarà rinfrescato e non dovrebbe richiedere nient’altro che una leggera pressatura.

Se il pezzo è molto sporco, puoi lavarlo a mano. Rimuovere il pezzo dal cuscino, dal poggiapiedi o dal supporto del telaio. Se i bordi non sono stati finiti, dovrai fissare o cucire i bordi per evitare che il tessuto si srotoli.

Lavaggio delle mani

Se hai una macchia specifica sulla parte scucita dello sfondo, fai riferimento a una guida per la rimozione delle macchie e segui le indicazioni per quella macchia specifica. Fare sempre attenzione a evitare prodotti duri sulle aree cucite perché il filo potrebbe non essere colorato. Una soluzione di candeggina e acqua a base di ossigeno è consigliata per la maggior parte degli usi di rimozione delle macchie.

Se il lavoro manuale è molto macchiato o piuttosto sporco, mescola una soluzione di candeggina a base di ossigeno (marchi: OxiClean, Nellie’s All Natural Oxygen Brightener o OXO Brite) e acqua fredda. Seguire le indicazioni sulla confezione per la quantità di prodotto da utilizzare per litro d’acqua. Immergi completamente il pezzo e lascialo in ammollo per almeno otto ore. Controlla le macchie. Se sono spariti, lavati come al solito. Se rimangono, mescola una soluzione fresca e ripeti. Potrebbero essere necessari diversi bagni per rimuovere le macchie, ma dovrebbero uscire.

Se hai acqua dura o batteri di ferro nella tua fonte d’acqua, dovresti usare acqua distillata per lavare il tuo pezzo. Non vuoi rischiare che i minerali macchino il tuo tessuto.

Per lavare a mano , riempire un lavandino profondo della biancheria con acqua fredda. Assicurati che il lavello sia molto pulito e non abbia residui di detergenti che potrebbero danneggiare il pezzo. Utilizzare un detersivo liquido delicato e privo di coloranti e profumi che si disperderanno nell’acqua e lasceranno meno residui sul tessuto. Non utilizzare mai un detersivo che contenga olio o succo di limone. L’acido può offuscare i fili metallici.

Metti il ​​tuo pezzo nell’acqua, assicurandoti che l’intero pezzo si bagni. Muovi delicatamente il pezzo nell’acqua. Lasciare che il pezzo rimanga nell’acqua per circa 10 minuti. Scolare l’acqua di lavaggio e riempire nuovamente il lavello con acqua fresca. Ripetere lo scarico e il riempimento del lavello finché l’acqua e il pezzo non saranno privi di sapone.

Essiccazione e pressatura

Non strizzare il pezzo bagnato appena lavato. Arrotolarlo in un canovaccio e strizzarlo delicatamente per eliminare l’acqua in eccesso. Posiziona il punto croce su un asciugamano asciutto e lascia asciugare. Se il pezzo ha bisogno di essere stirato, metti un asciugamano bianco spesso sull’asse da stiro. Metti il ​​punto croce a faccia in giù sull’asciugamano, metti un panno bianco leggero sul retro per evitare che i fili si impiglino e premi sul retro con un ferro caldo .

Come recuperare un punto croce macchiato

Se, dopo la pulizia, il tuo pezzo presenta ancora delle macchie, potresti essere in grado di recuperarlo nascondendo la macchia. Cuciture aggiuntive possono coprire la macchia o il disegno potrebbe essere ritagliato e applicato su un altro sfondo. Se il pezzo ha un valore storico, non dovresti danneggiare il pezzo cercando di correggere il lavoro da solo.

Con la dovuta cura, il tuo lavoro manuale dovrebbe durare per le generazioni a venire.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Una guida ai simboli internazionali per la cura del bucato

Come utilizzare l’amido e il dimensionamento del bucato