in

Come lavare, stirare e conservare tovaglie e biancheria

L’intrattenimento è molto più facile quando tovaglie, runner, tovaglioli di stoffa e tovagliette sono pronti per l’uso. Anche la biancheria di famiglia che usiamo solo poche volte all’anno, può essere mantenuta al meglio lavandola, stirandola e riponendola correttamente.

Come lavare la biancheria da tavola
DetergenteDetersivo per bucato normale o pesante
Temperatura dell’acquaDa freddo a caldo
Tipo di cicloStampa permanente
Ciclo di asciugaturaCalore medio-basso
Trattamenti specialiLavare a mano biancheria decorata o decorata con perline
Impostazioni di ferroVaria in base al tipo di tessuto

Metriche del progetto

Orario di lavoro: fino a 1 ora

Tempo totale: 2 ore

Livello di abilità: intermedio

Cosa ti servirà

Forniture

  • Detersivo per il bucato
  • Smacchiatore
  • acqua
  • Candeggina a base di ossigeno (opzionale)
  • Bluing (opzionale)
  • Amido o dimensionamento (facoltativo)

Utensili

  • Rondella
  • Asciugatrice
  • Ferro
  • Tavolo da stiro
  • Panno pressato (opzionale)

Prima di iniziare

Oggigiorno non tutte le tovaglie sono di cotone o lino. Tutte le tovaglie più recenti, compresi i tessuti artificiali, hanno un’etichetta di cura con le istruzioni su come lavarle. Se non hai familiarità con il lavaggio di tessuti vintage in lino , damasco , pizzo , broccato e perline o impreziositi senza etichette non puoi sbagliare lavandoli a mano in acqua fredda.

Istruzioni

Tratta le macchie

La biancheria da tavola cattura tutte le gocce e gli schizzi. Controllare sempre che il tessuto non presenti macchie prima del lavaggio. Fare riferimento a una tabella di rimozione delle macchie per aiutare a trattare macchie di cibo specifiche. Se non sei sicuro di quale sia la causa della macchia , inizia mettendo una piccola quantità di uno smacchiatore a base di enzimi o un po ‘di detersivo per bucato pesante ( Tide o Persil ) sulla macchia. Usa le dita o una spazzola a setole morbide per lavorare nel detergente e lascia riposare il tessuto per almeno 15 minuti prima di gettarlo in lavatrice.

Detergente e ammorbidente

La biancheria da tavola può essere lavata usando il normale detersivo per bucato. Tuttavia, un detergente resistente funzionerà meglio per rimuovere le macchie di cibo, in particolare le macchie oleose. L’aggiunta di ammorbidente per tessuti al risciacquo finale fornirà un rivestimento protettivo alle fibre che aiuterà i liquidi versati e gli alimenti a penetrare nelle fibre più rapidamente.

Selezionare il ciclo di lavaggio e la temperatura dell’acqua

La biancheria da tavola, in particolare quella realizzata con tessuti sintetici, deve essere lavata utilizzando il ciclo di pressatura permanente . Questo ciclo ha una funzione di raffreddamento che aiuta a ridurre le rughe. La maggior parte dei tessuti di lino da tavola può essere lavata in acqua fredda o calda .

Essiccazione

Mentre rimuovi la tovaglia dalla lavatrice, scuoterla bene per aiutare a liberare le rughe. Controlla sempre che tutte le macchie siano state rimosse. Se rimangono, trattali di nuovo e risciacqua il panno prima dell’asciugatura. Il calore elevato dell’asciugatrice renderà più difficile la rimozione delle macchie. La maggior parte dei tessuti deve essere asciugata a fuoco medio-alto o con il ciclo di pressatura permanente . Rimuovere il panno appena possibile al termine del ciclo per evitare pieghe eccessive.

Mancia

Se sai che stirerai subito la tovaglia, rimuoverla dall’asciugatrice mentre è ancora leggermente umida faciliterà la stiratura.

Tovaglia bianca sporca?

Se hai un panno di cotone, lino o fibra sintetica bianco sporco o ingiallito o sporco, dovresti rimediare alla situazione prima di stirare o riporre la biancheria.

Mescolare una soluzione di acqua calda e polvere di candeggina a base di ossigeno seguendo le indicazioni del prodotto in un grande lavandino o vasca. Immergi la biancheria e lasciala in ammollo per tutta la notte. Quindi lavare come al solito. Un ammollo di candeggina all’ossigeno è sicuro per la biancheria dipinta a mano se la vernice è stata impostata correttamente, stampata e tessuti colorati.

L’azzurramento del bucato può essere aggiunto all’acqua di lavaggio o di risciacquo per far apparire la biancheria bianca più luminosa.

Suggerimenti per stirare la biancheria da tavola

Se hai selezionato tessuti per presse permanenti, puoi saltare gran parte di questa sezione. Ma anche quei tessuti si sgualciscono se riponi la biancheria stipata in un cassetto.

  • Prima di iniziare, assicurati che la piastra del ferro sia pulita . Se stai usando un ferro da stiro a vapore, provalo su un vecchio panno per assicurarti che il ferro non lasci depositi di minerali. Quelle goccioline causeranno macchie marroni.
  • Utilizzare un asse da stiro ben imbottito con una copertura liscia termoriflettente. Se non hai un asse da stiro, segui questi passaggi .
  • Posiziona l’asse da stiro vicino a un tavolo quando stiri oggetti di grandi dimensioni come le tovaglie. Arrotolare le parti finite del panno sul tavolo piuttosto che lasciarlo accumulare sotto l’asse da stiro.
  • Se sei preoccupato che il panno si sporchi mentre si accumula sul pavimento, metti un lenzuolo bianco pulito sotto l’asse da stiro.
  • La biancheria dovrebbe essere leggermente umida per facilitare la stiratura. Pressarli fino a renderli lisci ma non completamente asciutti e lasciarli asciugare all’aria.
  • Inizia con il lato sbagliato del panno, spingendo la stoffa sezione per sezione sopra l’asse mentre stiri. Capovolgi il panno e finisci premendo sul lato destro del panno.
  • Amido o dimensionamento? Se ti piace piegare i tovaglioli in forme fantasiose, dovrai usare l’amido e un’impostazione calda sul ferro per ottenere la croccantezza di cui hai bisogno. Per un aspetto più morbido, utilizzare la misura spray e stirare a temperatura media.
  • Per la biancheria chiara, stirare prima sul lato sbagliato, poi sul lato destro per far risaltare la lucentezza. Sugli articoli di colore scuro, stirare solo dalla parte sbagliata.
  • Molti tovaglioli o tovagliette hanno monogrammi. Per mantenere i monogrammi cuciti nitidi e lisci, stirare con il disegno rivolto verso il basso su un asciugamano spesso di spugna bianco o colorato. La consistenza morbida eviterà che il monogramma venga appiattito. Dopo aver stirato il monogramma a faccia in giù sull’asciugamano, finisci premendo il lato destro del tovagliolo ma stira intorno al monogramma.
  • Non piegare o conservare biancheria appena stirata. Dovrebbero essere tenuti distesi e lisci per un po ‘di tempo per asciugarli completamente.

Riparazioni

A meno che la biancheria da tavola non sia un pezzo vintage che richiede riparazioni estese, la maggior parte dei piccoli fori può essere riparata cucendo a mano oa macchina con fili coordinati. Molte riparazioni possono essere mimetizzate con applique o altri abbellimenti. Un sarto esperto o una sarta può spesso riparare la biancheria vintage.

Conservazione

La biancheria può essere riposta in piano o appesa, ma sempre in un luogo fresco, asciutto e ben ventilato. Per conservare in piano, avvolgere ogni pezzo in carta velina priva di acidi, non carta velina normale. Gli acidi nella normale carta velina possono ingiallire le lenzuola bianche. Usa il tessuto tra le pieghe per ammorbidire i bordi; eventuali pieghe croccanti possono indebolire le fibre.

Metti i pezzi più pesanti come tovagliette sul fondo, poi tovaglie e tovaglioli di stoffa e metti i pezzi di pizzo in cima alla pila. È meglio conservare la biancheria che non è stata inamidata perché l’amido può attirare gli insetti.

Almeno due volte all’anno, ripiegare la biancheria per evitare lo stress continuo su qualsiasi area.

Mancia

Lavare o asciugare sempre la biancheria prima di riporla e controllare che non vi siano macchie su ogni pezzo. Alcune macchie potrebbero non essere visibili ma possono fornire cibo per muffe o insetti come i pesciolini d’argento . Inoltre, assicurati che la biancheria sia completamente asciutta prima di riporla. L’umidità significa muffa .

Utilizzare un appendiabiti imbottito è il modo migliore per prevenire le rughe sulla stampa permanente o sulla biancheria appena stirata. Appendi solo un panno per appendiabiti imbottito e lascia molto spazio tra i ganci in modo che l’aria possa circolare. Puoi anche usare un gancio sopra la porta e imbottire le aste per riporlo a lungo.

avvertimento

Evita i sacchetti di plastica, le scatole di cartone o il contatto diretto con le casse di cedro o qualsiasi cassetto in legno per la biancheria piegata. I fumi delle scatole di plastica poliuretanica a base di petrolio e gli acidi del legno possono ingiallire o indebolire i tessuti.

Non coprire mai la biancheria appesa con un sacchetto di plastica. Può intrappolare l’umidità e provocare una reazione chimica che può scolorire la biancheria. Copri invece le grucce con un lenzuolo o una federa di cotone bianco al 100%.

Puoi anche prevenire le rughe arrotolando la biancheria attorno a un tubo di cartone. Se verranno conservati per più di una settimana circa, assicurati che il cartone sia privo di acidi per evitare macchie. 

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come rimuovere l’odore di sigaretta e sigaro da vestiti e moquette

Come rimuovere le macchie misteriose dai vestiti