in

Come potare alberi e piante

Sebbene il compito di tagliare un bel fogliame a volte sia difficile da deglutire per i giardinieri, la potatura regolare mantiene la maggior parte delle piante sane e incoraggia una nuova crescita. 1 Ma quando e cosa potare dipende dal tipo di pianta e dal clima in cui vivi. Ad esempio, le piante da fiore e da frutto preferiscono essere tagliate a fine inverno o all’inizio della primavera per stimolare un raccolto abbondante. Gli alberi e gli arbusti che fioriscono in primavera iniziano a produrre nuovi boccioli non appena i vecchi fiori sono caduti, quindi è fondamentale potare prima che entrino quei nuovi boccioli. E molte altre piante necessitano di un taglio continuo per rimanere vigorose.

Quando potare alberi e piante

Capire quando potare le tue piante può essere fonte di confusione, ma fortunatamente potare nel momento sbagliato è raramente fatale. La potatura fuori ciclo potrebbe comportare meno fiori o frutti, ma di solito non danneggerà la pianta a lungo termine. Tuttavia, evitare di potare troppo tardi nella stagione di crescita. In questo modo incoraggerai una nuova crescita tenera che morirà nel clima invernale.

La maggior parte degli alberi da frutto e delle piante di bacche devono essere potati mentre sono dormienti . In caso contrario, si verificherà un costante declino della pianta, poiché invierà ventose che dirigono l’energia lontano dai rami fruttiferi. L’eccezione a questa regola sono gli alberi e gli arbusti a fioritura primaverile. Questi devono essere potati subito dopo che i loro fiori svaniscono in tarda primavera e all’inizio dell’estate.

Inoltre, la maggior parte delle piante perenni deve essere tagliata completamente prima o dopo la stagione di crescita. E richiedono potature regolari e deadheading per tutta la stagione.

Cosa ti servirà

Attrezzature / strumenti

  • Guanti da giardinaggio
  • Indumenti protettivi
  • Potatori a mano
  • Troncarami
  • Cesoie
  • Sega a mano

Materiali

  • Pianta matura e invasa

Istruzioni

Potatura di alberi da frutto

Se stai coltivando un albero per i suoi frutti, dai la massima priorità alla potatura. I tagli di intestazione o il taglio delle estremità dei rami concentrano l’energia di ciascun ramo e lo incoraggiano a produrre più frutti nella stagione successiva. I tagli diradati o la rimozione di interi arti consentono di eliminare ventose ribelli e arti morti o malati.

  1. Ispeziona il tuo alberoAlla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, ispeziona il tuo albero per vedere dove ha bisogno di potatura. Prendi nota di eventuali rami che sono cresciuti più di 2 piedi. È improbabile che diano ancora frutti. 
  2. Identificare i rami da mantenere e rimuovereDecidi quali rami mantenere e quali rimuovere in base alla salute, alla forma, al modello di crescita e alle preferenze personali. A volte è utile contrassegnare i rami per la potatura con pezzi di corda mentre osservi l’intero albero. 
  3. Rimuovi rami indesideratiUsa troncarami o una sega a mano per rimuovere i rami morti o malati, così come tutti i nuovi rami non necessari che potrebbero deviare l’energia da quelli fruttiferi. I rami che crescono verso il basso dovrebbero essere i primi ad andare. 
  4. Effettua tagli di intestazioneCon i troncarami, fai dei tagli di intestazione sulla vecchia crescita intorno all’albero per modellarlo. Ogni taglio aumenterà il numero di rami laterali. 

Bacche di potatura

I cespugli di lamponi e more in particolare traggono vantaggio dalla rimozione di tutti i bastoncini (o steli) deboli e spezzati per consentire alla luce solare di raggiungere una parte maggiore del cespuglio. Assicurati di indossare indumenti protettivi durante la potatura delle bacche , poiché le spine possono essere dolorose.

  1. Rimuovere le canne indesiderateDa ottobre a marzo, rimuovi le canne deboli, morte o malate con le cesoie. 
  2. Assottiglia le canneAssottiglia le canne rimanenti a 10-12 per cespuglio tagliando canne ribelli alla loro base. 
  3. Taglia l’altezzaTaglia l’altezza dell’intero cespuglio, quindi non è più alto di cinque piedi. 

Potatura di alberi, arbusti e viti in fiore

In generale, puoi potare le piante da fiore in qualsiasi momento. Tuttavia, prestando attenzione a quando la tua pianta fiorisce e la potatura subito dopo produrrà l’esposizione floreale più appariscente.

  1. Nota Plant Bloom TimeDurante la prima stagione di crescita, nota quando la tua pianta fiorisce 
  2. Rimuovi rami indesideratiUna volta che le fioriture svaniscono, usa le cesoie o i troncarami per rimuovere eventuali rami morti, deboli o malati. 
  3. Rimuovi i polloni alla base dell’albero o della piantaÈ improbabile che producano fioriture abbondanti. 
  4. Dai forma alla piantaUsando le tue cesoie, fai dei tagli di intestazione per modellare la pianta. Taglia appena oltre una gemma sana e inclina il taglio a 45 gradi. 

Potatura piante perenni

Forse le piante più laboriose da potare sono piante perenni non legnose, ma il compito è piuttosto semplice. La potatura regolare e il deadheading (pizzicando i fiori spesi) durante il ciclo di crescita possono creare un letto perenne perfettamente curato.

  1. Ridurre la crescita mortaIn autunno o all’inizio della primavera, usa le cesoie per tagliare tutta la crescita morta a terra. 
  2. Inizia ad addestrare la tua piantaMan mano che la pianta cresce, allenala tagliando o scavando parti che diventano indisciplinate. Le piante perenni scavate possono essere ripiantate o regalate ad altri giardinieri. 
  3. Pizzica i fiori sotto la fiorituraDurante la stagione di crescita, pizzica o taglia regolarmente i fiori spenti appena sotto la fioritura per mantenere l’aspetto. 
  4. Accorcia la crescitaTaglia la crescita vigorosa e non fiorente con le cesoie per tutta la stagione 

Lavorare con i sempreverdi

Molti giardinieri lasciano i loro alberi sempreverdi da soli, il che è probabilmente una buona idea. Gli alberi sempreverdi non hanno davvero bisogno di essere potati e così facendo potresti stressare o distorcere l’albero. Per questo motivo, scegli un sempreverde nano se hai spazio limitato.

Detto questo, ci sono momenti in cui i cespugli sempreverdi devono essere tagliati in una siepe o tagliati per ramificarsi e diventare più pieni. Ciò richiede un taglio minimo e attento durante l’altezza della stagione di crescita.

Suggerimenti per la potatura delle piante

Se non hai potato regolarmente i tuoi cespugli fruttiferi, potresti dover fare un po ‘di potatura di ringiovanimento per rimuovere tutto ciò che è troppo cresciuto o morto. Puoi ridurre l’intera pianta a 6-12 pollici di crescita (fondamentalmente ricominciare da capo), oppure puoi potare gradualmente nel tempo.

A differenza di altri alberi da frutto, gli alberi di pesco non dovrebbero essere potati mentre sono dormienti. Questo albero delicato può soffrire di deperimento quando viene potato in inverno. Potare un albero di pesco durante la dormienza può anche portare a un albero meno resistente al freddo che si sposta in avanti.

La popolarità delle piante di ortensie ha stimolato molte varietà diverse, alcune che fioriscono sia sul legno vecchio che su quello nuovo. Per questo motivo, le tecniche di potatura tradizionali sono diventate obsolete per alcuni tipi. Quindi assicurati di controllare i consigli per la tua varietà.

Come e quando potare le piante perenni è qualcosa che impari man mano che acquisisci esperienza di giardinaggio. È il tipo di conoscenza che varia da regione a regione e fa parte del piacere del giardinaggio.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Profilo della pianta di bocca di leone

Come potare i cespugli di lillà