in

Come riparare un controsoffitto di superficie solido incrinato

I controsoffitti in resina acrilica, commercializzati con nomi come Corian® (il prodotto originale di Dupont), Avonite e Wilsonart, hanno catturato il cuore dei proprietari di case grazie alla loro durata, facilità di cura e al fatto che le tecniche di cucitura creano un liscio, superficie praticamente senza soluzione di continuità. Realizzati con una miscela di resine plastiche, questi prodotti assomigliano molto alla pietra ma sono molto diversi dai materiali di superficie solida al quarzo come Zodiac® o Cambria®.) 

I controsoffitti a superficie solida hanno fornito un’opzione per i controsoffitti in pietra naturale consentendo l’uso di lavelli sotto il supporto. La flessibilità del design e la durata di questi controsoffitti hanno contribuito a creare alcune delle cucine e dei mobili da bagno più belli che tu abbia mai visto.

Una superficie del controsoffitto durevole

Sebbene i banconi a superficie solida siano generalmente resistenti, possono comunque graffiarsi, macchiarsi o persino incrinarsi. Di questi problemi, riparare un piano di lavoro con superficie solida incrinato è quello che colpisce la paura nel cuore di molti fai-da-te. Per anni, ci sono stati così tanti consigli “tecnici” e tanto clamore sulla difficoltà di eseguire correttamente le riparazioni della superficie solida che una riparazione di qualità può sembrare impossibile al fai-da-te medio. Inoltre, abbondano le storie dell’orrore su appaltatori professionisti che addebitano grandi somme per tali riparazioni perché richiedono così tanto know-how specializzato.

Quindi può essere una sensazione orribile quando vedi una crepa o altri gravi danni nel tuo nuovo e costoso piano di lavoro. 

Sono possibili riparazioni fai da te

La verità è che puoi riparare da solo! Per fornire qualche esperienza e suggerimenti per gli appaltatori diretti, abbiamo chiesto a Michael Chotiner, un maestro falegname che scrive di molti tipi di progetti di miglioramento della casa, inclusi aggiornamenti e riparazioni della cucina, di fornire alcuni consigli sulla riparazione di un piano di lavoro con superficie solida incrinato.

Per trovare i materiali di cui hai bisogno per riparare i tuoi controsoffitti e vedere una varietà di nuove opzioni di controsoffitti in superficie solida, puoi visitare il tuo grande centro di bricolage, come  Home Depot .   

Esistono due modi comuni ed efficaci per riparare un piano di lavoro con superficie solida rotto. Loro includono:

  • Metodo cianoacrilato o ca (super colla)
  • Metodo di riempimento epossidico

Sebbene esistano altri metodi per applicare rattoppi a superfici solide incrinate, incluso l’acquisto del kit di cucitura professionale utilizzato dai produttori, o la rimozione dell’area danneggiata e l’incollaggio in una toppa, questi metodi richiedono materiali, strumenti e abilità che la maggior parte dei fai-da-te non possedere, avere accesso o sapere come utilizzare.

I due metodi di riparazione delle crepe con superficie solida descritti in questo tutorial sono a basso rischio ed è facile riprovare se non funzionano perfettamente la prima volta. 

Metodo Super Colla

Questo metodo utilizza cianoacrilato (o super colla) e proviene da Ken Dolph, associato a una società chiamata Art Specialties International, un fornitore online di residui, riempitivi e adesivi del marchio Corian®.

Questo metodo “super colla” funziona meglio per le crepe sottili, più strette dello spessore di alcuni fogli di carta.

Strumenti e materiali necessari

  • Spazzolino
  • Perossido di idrogeno
  • Asciugacapelli
  • Alcool isopropilico
  • Colla cianoacrilata ( super colla )
  • Carta vetrata a grana 220 e grana 400
  • Tampone Scotch Brite ultrafine

Ecco come

  1. Posare sacchi di ghiaccio sulla superficie del piano di lavoro incrinata, estendendosi almeno 6 pollici. oltre la fessura su entrambi i lati. Raffredda la superficie per almeno 45 minuti. La fessura dovrebbe allargarsi leggermente man mano che il materiale si contrae dal freddo.
  2. Pulisci la fessura con uno spazzolino da denti e acqua ossigenata. Se le macchie scure persistono nella fessura, applicare un detergente clorurato e strofinare con la spazzola.
  3. Risciacquare con alcol isopropilico (sfregante).
  4. Disegna una linea a matita vicino alla fessura, a circa 1/16 di pollice dai bordi. 
  5. Utilizzando un asciugacapelli portatile a temperatura elevata (non utilizzare una pistola termica), riscaldare la superficie su ciascun lato della fessura per circa 20 minuti o fino a quando la fessura si chiude e scompare. Il segno della matita dovrebbe essere ancora visibile.
  6. Stendi un sottile strato di colla cianoacrilica (puoi usare prodotti di marca popolari come Krazy Glue o Super Glue, ma è meglio ottenere un grado industriale, solitamente contrassegnato con “CA”) proprio sopra la fessura.
  7. Non lavorare sul piano di lavoro e non disturbare la superficie per almeno 24 ore. Durante questo periodo, la colla penetrerà nella fessura e si indurirà per un legame di massima resistenza.
  8. Levigare a mano l’area da riparare con carta vetrata abrasiva a grana 220, quindi seguire con carta a grana 400. Infine, lucidare l’area con un tampone Scotch Brite ultrafine (grigio scuro).

Metodo di riempimento epossidico

Alcuni preferiscono un metodo diverso dal metodo “super colla” appena descritto. La riparazione di crepe in un materiale a superficie solida con uno stucco epossidico bicomponente può essere più veloce, più facile e più permanente rispetto all’uso di cianoacrilato, specialmente quando si riparano crepe più larghe.

Strumenti e materiali necessari

  • Alcool denaturato
  • Kit epossidico bicomponente
  • Vernici per abbinare i colori del piano di lavoro
  • Bastoncini di ghiaccioli in legno (artigianali)
  • Pennelli per artisti
  • Levigatrice orbitale casuale
  • Dischi abrasivi grana 120, 220, 400
  • Stracci e spugne
  • Scarti di materiale del piano di lavoro e raspa (opzionale)

Ecco come

  1. Pulisci e sgrassa la fessura usando alcol denaturato.
  2. Disponi due perle separate di stucco epossidico e indurente su una superficie usa e getta, per quanto pensi di dover riempire la fessura più un po ‘di più.
  3. Mescolare vernice e / o trucioli di materiale originale nel cordone di stucco per abbinare i denti del piano di lavoro.
  4. Mescolare l’indurente allo stucco per formare la resina epossidica. 
  5. Applicare la resina epossidica sulla fessura, forzandola con un bastoncino. Rastrella la maggior parte dell’eccesso con il bordo lungo del bastoncino – lascia lo stucco sporgente leggermente sopra la superficie.
  6. Esamina il cerotto. Se si fonde abbastanza bene con la superficie circostante, per il momento lasciarlo in pace. Se il colore non è del tutto corretto o è troppo solido per fondersi con il motivo, punteggia su alcune vernici in colori coordinati. Essere pazientare; non esagerare. Allontanati per ottenere l’impressione generale da una distanza normale.
  7. Lascia che la resina si indurisca secondo le istruzioni del produttore.
  8. Quando la resina epossidica si è completamente indurita, inizia la sequenza di carteggiatura, iniziando con carta grana 120 e lavorando fino a grana 400.
  9. Aggiungi altre macchie di vernice se devi camuffare la toppa. Anche le pastiglie Scotch Brite ultrafini possono aiutare nelle ultime fasi.
  10. Lucidare l’intera parte superiore per rimuovere i graffi e ottenere che la crepa rattoppata si fonda con il piano di lavoro circostante.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Guida al confronto tra piastrelle di porcellana e piastrelle di ceramica

Come installare un bagno nel seminterrato