in

Come tagliare i rami degli alberi da soli: una guida alla potatura passo dopo passo

La potatura degli alberi aiuta a mantenerli sani, ben fatti, al sicuro e a crescere al meglio. Non preoccuparti, non è così difficile. In questo post, ti mostrerò esattamente quando e come tagliare i rami degli alberi da solo, passo dopo passo.

Il taglio degli alberi è sempre un argomento spaventoso per i neofiti (so che lo era per me!). Nella maggior parte dei casi puoi farlo facilmente da solo, senza preoccuparti di assumere un costoso professionista.

Ci sono alcune tecniche adeguate che devi seguire per evitare di danneggiare il tuo albero. Ma lo renderò super facile per te e ti guiderò attraverso tutto ciò che devi sapere passo dopo passo.

Sommario

Potare gli alberi da soli

Prima di estrarre i tuoi strumenti, è una buona idea fare una rapida ricerca online per cercare come potare il tipo specifico di albero che devi assicurarti che non ci siano tecniche speciali per esso.

Alcuni tipi (come alberi da frutto o in fiore) preferiscono essere potati dopo la fioritura o in altri periodi dell’anno. Inoltre, la maggior parte dei tipi di sempreverdi non ha bisogno di essere tagliata, tranne che per rimuovere la crescita morta o indesiderata.

Perché potare gli alberi?

Ci sono diversi motivi per potare gli alberi ed è una buona idea renderla un’abitudine regolare per farli crescere al meglio.

La prima volta che la maggior parte delle persone pensa di tagliare gli alberi è di solito dopo che una tempesta ha causato danni, quando i rami inferiori si intromettono o quando rappresentano un pericolo di qualche tipo.

Altre ragioni potrebbero essere incoraggiare la produzione di fiori e frutti, innescare una nuova crescita, aiutare a prevenire le malattie consentendo un migliore flusso d’aria o semplicemente modellare l’albero per farlo sembrare più bello.

Quando potare gli alberi

Il periodo dell’anno ideale per potare gli alberi è durante la dormienza. Quindi, in generale, il periodo migliore sarebbe durante l’inverno.

La rimozione dei rami durante la dormienza riduce il rischio di malattie e infestazioni da parassiti nelle ferite aperte. La potatura prima della primavera aiuta anche a promuovere una nuova crescita sana e vigorosa.

In climi rigidi come il mio qui in Minnesota, è meglio aspettare che sia passato il clima invernale più freddo.

Quindi per noi il periodo migliore è durante la fine dell’inverno o l’inizio della primavera. Nei climi più miti, puoi tagliare un albero in qualsiasi momento durante l’inverno mentre è inattivo.

Non preoccuparti, puoi comunque tagliare rami morti o danneggiati in qualsiasi momento dell’anno. Cerca solo di evitare di farlo nei giorni bagnati o piovosi o quando fuori è super umido.

Strumenti per tagliare alberi

Quando si tratta di tagliare alberi, l’uso di strumenti di qualità è estremamente importante. Dovresti sempre assicurarti che i tuoi strumenti siano affilati e puliti prima di eseguire qualsiasi taglio.

Gli strumenti opachi danneggeranno solo i tuoi alberi e le lame sporche potrebbero diffondere malattie alle ferite aperte. Ecco gli strumenti che utilizzo …

  • Attacco per sega a palo per il mio trimmer
  • Troncarami
  • Potatori a mano
  • Occhiali di sicurezza

Tecniche corrette di potatura degli alberi

Una potatura impropria può portare a malattie o problemi di parassiti. Quindi, prima di iniziare, è importante capire esattamente come tagliare un albero.

Quando i rami vengono rimossi correttamente, le ferite si formeranno un bel cerchio spesso attorno al taglio.

È importante che il callo si formi correttamente per proteggere l’albero dai problemi lungo la strada, come il marciume causato dall’acqua che si accumula nella ferita.

Ecco alcuni suggerimenti su come tagliare correttamente i rami degli alberi …

1. Individuare il collare del ramo prima di tagliare – Una volta deciso quale arto rimuovere, la prima cosa da fare è individuare il collare del ramo.

Questa è l’area in cui il ramo esce dall’albero. È più facile vedere su alcuni che su altri, ma cerca una cresta, un cerchio o un’area in cui la corteccia è più spessa.

È importante eseguire il taglio all’esterno del colletto del ramo, in modo che la ferita possa guarire correttamente. Inoltre, assicurati di non danneggiare il colletto del ramo, o non sarà in grado di formare un buon callo (che può causare marciume in seguito).

2. Esegui i tagli con un angolo verso il basso: quando tagli l’albero, è importante eseguire i tagli con un angolo verso il basso.

Questo è così che l’acqua non può depositarsi nella ferita. Se l’acqua penetra costantemente nella ferita, potrebbe eventualmente causare marciume.

3. Non tagliare mai i rami che crescono verso l’alto – Quando impari per la prima volta a tagliare un albero, un errore comune è rimuovere i rami che crescono verso l’alto.

Ma se li poti, lascerà una ferita in cui l’acqua può depositarsi facilmente, il che può far marcire l’albero nel tempo.

4. Non potare un ramo troppo a lungo – Dovresti anche fare attenzione a non lasciare un tronco troppo lungo quando rimuovi i rami.

Lasciare un tronco troppo lungo renderà anche difficile per l’albero formare un callo adeguato attorno alla ferita.

Come tagliare un albero passo dopo passo

Ora che conosci le tecniche corrette per tagliare un albero, parliamo dei passaggi da seguire durante la potatura.

Ma una parola di cautela prima di iniziare. Mai, mai provare a potare i tuoi alberi se sono vicini a linee elettriche. È meglio lasciare che siano i professionisti a gestirlo!

Ecco un breve elenco dei passaggi, quindi i passaggi più dettagliati sono di seguito.

  1. Elimina i polloni che crescono alla base del tronco
  2. Rimuovi tutti i rami morti o morenti
  3. Elimina i rami indesiderati o pericolosi
  4. Rimuovere eventuali rami danneggiati o deboli
  5. Taglia i rami sovrapposti che si sfregano insieme

Fase 1: polloni da potatura – I polloni sono una crescita debole e dall’aspetto erbaceo che si forma alla base del tronco.

Questi polloni non diventeranno mai rami desiderabili e ruberanno solo energia dall’albero. Quindi, assicurati di sbarazzarti di tutte le ventose mentre le vedi formarsi.

Passaggio 2: rimuovere i rami morti o morenti – Tagliare i rami morti è il punto migliore per iniziare e renderà più facile anche il resto dei passaggi.

Dopo aver rimosso tutti i rami morti, è più facile vedere con cosa stai lavorando e individuare quelli che devono essere potati dopo.

Passaggio 3: elimina i rami indesiderati o pericolosi – I rami che pendono in basso, toccano la tua casa o stanno causando un qualche tipo di pericolo per la sicurezza possono essere tagliati in seguito.

Il più delle volte l’obiettivo qui è solo aumentare l’altezza della vela o eliminare un ostacolo. Questo di solito può essere fatto tagliando piccoli rami, piuttosto che rimuovere un intero arto.

Passaggio 4: rimuovere i rami danneggiati e deboli – I rami degli alberi che sono stati danneggiati durante una tempesta o che sono altrimenti rotti o indeboliti devono essere tagliati anche se sono ancora vivi.

Sono un invito per parassiti e malattie, potrebbero diventare pericolosi e possono anche essere un luogo in cui l’acqua si deposita.

Passaggio 5: tagliare i rami incrociati – Ora che hai ripulito la maggior parte dell’albero, sarà facile individuare i rami che si sovrappongono e si sfregano l’uno contro l’altro. Quando si sfregano, possono danneggiarsi a vicenda nel tempo.

Rimuovere entrambi i rami se sono entrambi danneggiati. Altrimenti taglia quello danneggiato o il più piccolo dei due.

Altri consigli per il taglio degli alberi e suggerimenti per la potatura

  • Mentre stai imparando da solo come tagliare un albero, la cosa migliore da fare è iniziare in piccolo e lavorare lentamente. Non esagerare! Inizia con uno o due dei passaggi precedenti, quindi attendi fino al prossimo anno per il resto.
  • Fai attenzione quando rimuovi gli arti di grandi dimensioni. Questo può essere rischioso per la salute di un albero. È meglio lasciarli a meno che non ci sia una buona ragione per sbarazzarsene, ad esempio se sono morti, danneggiati, malati o causano qualche tipo di pericolo.
  • Mentre stai potando, ricordati di fare un passo indietro di tanto in tanto per guardare l’albero da tutte le angolazioni e controllare la forma. È facile lasciarsi trasportare dal taglio dei rami, solo per rendersi conto che l’albero sembra sbilenco dopo essere uscito da sotto.
  • Non tagliare mai più di 1/4 dei rami degli alberi vivi in ​​una volta. Se hai bisogno di rimuovere più di quello, fallo quest’anno e poi aspetta di fare il resto nei prossimi anni.

Domande frequenti

Di seguito risponderò ad alcune delle domande più frequenti sul taglio degli alberi. Se non riesci a trovare la tua risposta qui, chiedila nei commenti qui sotto.

Puoi uccidere un albero tagliando i rami?

Sì, puoi uccidere un albero potandolo eccessivamente. È meglio iniziare in piccolo e rimuovere solo pochi rami alla volta. Quindi ogni anno, continua a lavorarci fino a raggiungere la forma desiderata.

Inoltre, non tagliare gli arti di grandi dimensioni a meno che non siano morti o gravemente danneggiati. Tagliare gli arti di grandi dimensioni potrebbe finire per uccidere l’albero.

La potatura fa male agli alberi?

Se eseguita correttamente, la potatura non danneggia l’albero, in realtà è piuttosto vantaggiosa. Ma, se non l’hai mai fatto prima, è meglio iniziare in piccolo e lavorare fino in fondo. Non vuoi esagerare e tagliare troppi rami.

Se sei nervoso all’idea di esagerare, inizia a sbarazzarti dei rami morti o danneggiati quest’anno. Quindi attendi fino al prossimo anno per rimuovere eventuali altri che devono essere tagliati.

Ora che hai capito come tagliare da solo i rami degli alberi, è una buona idea prendere l’abitudine di farlo regolarmente. In questo modo, i tuoi alberi saranno sani, sicuri e avranno un aspetto migliore!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Come testare la vitalità dei semi con un facile test di germinazione dei semi

Controllo naturale dei parassiti per piante d’appartamento… Dite NO ai pesticidi tossici!