in

I migliori consigli per rifinire i mobili della cucina

Con l’elevato costo dei nuovi mobili da cucina , ha senso considerare di rifinire i mobili attuali. Oltre ai risparmi sui costi, ci sono altri aspetti positivi nel rinnovare i tuoi armadi , incluso impedire che ancora più rifiuti finiscano nella tua discarica locale. Ma rifinire i mobili della cucina è un po ‘più complicato che dipingere o macchiare gli armadi nel corso di poche ore. Segui questi suggerimenti per rifinire i tuoi mobili da cucina con facilità, efficienza e brio. A cosa devono pensare i proprietari di casa prima di rimodellare i loro armadi 

Rimuovere gli armadietti, se possibile

La rimozione degli armadietti non è un processo pulito. Ci si deve aspettare danni alle pareti e al pavimento durante l’estricazione dei muri e dei mobili di base. Durante la rifinitura, la rimozione delle scatole degli armadietti è solo un’opzione, sebbene sia un’opzione altamente raccomandata. Calcola le possibilità di rimozione pulita osservando la vernice o il calafataggio che collega gli armadi alle pareti. Apri le porte e guarda le viti che fissano gli armadi alle pareti. Le viti spogliate rendono solo la rimozione più difficile. Se si rimuovono le viti (ad esempio dai pensili) e l’armadio rimane attaccato al muro, senza vernice connettiva o mastice, l’installatore potrebbe aver incollato l’armadio alla parete con adesivo da costruzione. In questo caso, la rimozione della scatola dell’armadio rimuoverà parte del muro a secco.

Rimuovere sempre le porte e i cassetti

Se non è possibile rimuovere le scatole dell’armadio in modo relativamente semplice, rimuovere tutte le ante dell’armadio e i frontali dei cassetti. A tale scopo, utilizzare un trapano a batteria dotato di una punta per avvitatore per svitare le viti sui cardini. Con sacchetti sandwich e un pennarello indelebile, etichetta ogni sacchetto con la posizione originale della cerniera e assicurati di includere le viti. Rimuovere il contenuto dai cassetti, quindi rimuovere i cassetti.

Pulire accuratamente gli armadietti

Dopo anni e forse anche decenni di manipolazione, armadi e cassetti possono sporcarsi. Il grasso, le impronte delle mani e il cibo contribuiscono a creare una superficie scadente su cui la vernice può aderire. Mescolare il fosfato trisodico (TSP) o un sostituto del TSP senza fosfati in acqua calda. Pulisci tutte le superfici che verranno rifinite con una spugna immersa nella soluzione TSP e spremuta. Usa guanti in lattice o alternative prive di lattice. Evita di bagnare gli armadietti. Lasciare asciugare completamente gli armadi prima di rifinire.

Rimuovi tutti i dispositivi

Tutti i dispositivi dell’armadio , comprese le manopole, le maniglie e qualsiasi altra cosa che non verrà verniciata devono essere rimossi. Non cercare di applicare del nastro adesivo sugli infissi e di dipingere intorno ad essi.

Carteggiare tutte le superfici da verniciare

La levigatura degli armadietti potrebbe essere una delle parti meno amate di questo progetto da molti fai-da-te. Ma il lavoro può essere semplificato con risultati di gran lunga migliori con questi suggerimenti:

  • Usa una levigatrice orbitale casuale per tutte le superfici piane. Se non possiedi già questo tipo di levigatrice , potrebbe valere la pena acquistarne una poiché ridurrà notevolmente il tuo carico di lavoro.
  • Inizia con grane di carta vetrata con un numero basso e lavora fino a numeri più alti. Inizia circa dalla gamma da # 100 a # 150. La carta vetrata al # 220 è solitamente la più alta che andrai. Ma per una superficie liscia come il vetro, puoi persino usare la carta vetrata # 320.
  • Per superfici irregolari e scanalature che la levigatrice non può raggiungere, utilizzare un tampone di levigatura in schiuma.

Pulire gli armadietti dopo la levigatura

Utilizzare una spazzola e aspirare gli armadietti dopo la levigatura è un buon modo per iniziare il processo di pulizia. Ma per superfici perfettamente pulite, è necessario andare oltre. Strofinare leggermente con un panno imbevuto di cera d’api è il metodo preferito dai falegnami e dagli ebanisti. Evita di premere troppo forte. Quando il panno dell’aderenza esce pulito, anche gli armadietti sono puliti.

Utilizzare il giusto tipo di vernice o rivestimento per armadi

Quando dipingi i tuoi armadietti, scegli un tipo di vernice formulata per gli armadietti . La vernice a smalto o acrilica o un altro tipo di vernice pubblicizzata come vernice per mobili restituirà i migliori risultati. La pittura murale in lattice è una scelta sbagliata in quanto non carteggia bene. Se stai macchiando e rifinendo gli armadi, le finiture a base di olio tendono a fornire una superficie dura e duratura rispetto ai prodotti a base d’acqua.

Carteggiare dopo ogni strato di vernice o rivestimento

La formazione di più strati di vernice o rivestimenti conferisce agli armadi un aspetto ricco e una superficie durevole simile a un guscio. Carteggiare bene dopo che ogni rivestimento è indurito. I cicli multipli di pulizia e levigatura conferiscono ai tuoi armadi un aspetto e una sensazione davvero professionali.

Mantieni l’area di lavoro estremamente pulita

Anche se si può essere tentati di finire i mobili della cucina all’aperto, le particelle sospese nell’aria – polvere, polline, foglie, peluria – si attaccheranno ai rivestimenti bagnati dei mobili come il metallo a un magnete. Lavora in un garage con la porta aperta e assicurati che il garage sia pulito e privo di polvere prima di posare i rivestimenti. Non utilizzare l’aspirapolvere da negozio in modalità bagnata senza sacchetto poiché questo disperderà la polvere. Assicurati invece che l’aspirapolvere sia dotato di un sacchetto e di un filtro HEPA .

Prendilo con calma e sii paziente

La rifinitura del mobile è un processo meticoloso. Invece di andare avanti e cercare di finire tutto in uno o due giorni, segmenta il tuo tempo in blocchi gestibili nel corso di un paio di settimane. Stabilisci piccoli obiettivi per te stesso, come finire un singolo pensile , prima di passare al resto. Il raggiungimento di queste pietre miliari ti darà energia, aiutandoti a completare il progetto nel suo insieme.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Idee per la cucina all’aperto fai-da-te

Prima di acquistare armadi da cucina pronti per il montaggio