in

Le cose da fare e da non fare quando si calafano le finestre

Ottieni risultati puliti e uniformi quando “metti una goccia” di mastice intorno alle finestre di casa tua.

Calafatare le finestre, per dare loro un aspetto finito (dentro e fuori) e sigillare perdite e correnti d’aria, è un’attività fai da te abbastanza comune. Ma se fatto in modo errato, può dare un aspetto sciatto e amatoriale. Caulk non è un elemento di design; dovrebbe fondersi con la finestra ed essere impercettibile. “Eseguire un cordone”, come è noto il processo di calafataggio, richiede l’applicazione di una striscia lunga e stretta lungo l’intera lunghezza della cucitura, e ci vuole un certo grado di abilità. Continua a leggere per imparare le tecniche in modo da poter calafatare come un professionista.

Scegli il mastice corretto.

Troverai dozzine di tipi di mastice nel tuo negozio di bricolage locale e ogni tipo è destinato a una situazione specifica.

  • Finestre esterne: per resistere alle intemperie, il mastice esterno dovrebbe essere impermeabile ai raggi solari, all’acqua e alle temperature fluttuanti. Il tubo di mastice dovrebbe specificare che è destinato a superfici esterne ; ci piace Sashco Big Stretch Caulk (disponibile su Amazon ).
  • Finestre interne: il mastice utilizzato sulle finestre interne non dovrebbe emettere fumi tossici e dovrebbe trattenere bene la vernice. Il lattice di alta qualità e verniciabile , come il mastice in lattice acrilico preferito dal pittore White Lightning (disponibile su Amazon ), è una buona scelta per le finestre interne.
  • Stanze umide: sigillare le finestre in una stanza con elevata umidità, come un bagno, richiede un mastice per interni che sia sia impermeabile che resistente alla muffa . Kwik Seal Ultra (da The Home Depot ) funziona bene in situazioni di vapore.
  • Rivestimenti in muratura: quando si calafatano le giunture tra finestre e rivestimenti in muratura, comprese le finestre del seminterrato e le finestre su case in stucco o mattoni, è necessario un mastice esterno compatibile sia con la finestra che con la superficie in muratura . Il mastice di uretano acrilico Max Flex di General Electric (disponibile su Amazon ) è una valida opzione per questi tipi di utilizzo.

NON calafatare il vecchio caulk.

Se il mastice esistente si è indurito e si sta staccando, passarci sopra una perlina sarà sicuramente un esercizio di futilità. Il vecchio mastice continuerà a staccarsi, portandosi via il nuovo mastice, e prima che ciò accada ti troverai di fronte a una linea di calafataggio spessa e disordinata che sminuisce l’aspetto della finestra. Raschiare il vecchio mastice con una spatola in acciaio, come la spatola flessibile in acciaio inossidabile da 1-1 / 2 “di HYDE (disponibile su Amazon ).

USARE una pistola per calafataggio con rilascio del pollice.

Le pistole per calafataggio economiche sono dotate di un’impugnatura a cricchetto che deve essere allentata per rilasciare la pressione sul mastice nel tubo. Con questo tipo di pistola, il mastice continuerà a fuoriuscire finché non allenti la maniglia con la mano, provocando un eccesso di mastice sulla finestra. Una scelta migliore è una pistola per calafataggio con un rilascio del pollice che puoi premere per rilasciare istantaneamente la pressione sul mastice in modo che smetta di scorrere quando hai finito di eseguire un tallone. Ci piace la pistola per calafataggio Superior EZ Thrust Smooth Rod di Newborn (disponibile su Amazon ) per il suo comodo rilascio del pollice.

NON tagliare troppo l’estremità della punta del tubo di mastice.

La punta di plastica su un tubo di mastice si restringe fino a un punto e più tagli, più grande sarà il cordone di mastice. Alcuni tubi sono dotati di linee di taglio misurate sulla punta, consentendo di selezionare quella che più si avvicina alla larghezza della cucitura; altri non sono contrassegnati. La migliore pratica è tagliare solo l’estremità della punta, quindi spremere un po ‘di mastice per vedere le dimensioni del tallone. Puoi sempre tagliarne di più, ma se tagli troppo all’inizio, il tallone sarà troppo spesso per la cucitura.

Usa entrambe le mani per eseguire un tallone.

Ci vogliono due mani per controllare una pistola per calafataggio. Usa la tua mano dominante per tenere la pistola e premere il grilletto, e sostenere la canna della pistola vicino alla punta con l’altra mano. Assicurati anche di mantenere i polsi dritti, muovendo i gomiti e il corpo quando corri un tallone. Ad esempio, se si calafatare una cucitura verticale, iniziare dall’alto e mentre si procede verso il basso, piegare i gomiti o le ginocchia per calafatare più in basso mantenendo la posizione del polso. Piegare i polsi altererebbe l’angolo della pistola per calafataggio, cambiando l’aspetto del tallone.

NON eseguire un cordone continuo dall’alto verso il basso o da un lato all’altro.

Quando raggiungi la fine del tallone, dovrai cambiare la presa sulla pistola per calafataggio, il che influirà sull’uniformità del tallone. Piuttosto, calafatare da un’estremità al centro della cucitura e fermarsi. Quindi, inizia dall’altra estremità e calafatare per incontrare il primo tallone. Ciò ti consentirà di mantenere una posizione della mano stabile, il che si tradurrà in un cordone uniforme.

Cavalcare il bordo liscio quando calafatare una cucitura tra una finestra e il rivestimento strutturato.

Il rivestimento è spesso strutturato e se fai scorrere la punta del tubo lungo la trama irregolare, anche il cordone di mastice sarà irregolare. La soluzione è consentire alla punta del tubo di scorrere, o “cavalcare”, come dicono i professionisti, solo lungo il bordo liscio della finestra. Tieni la punta lontana dal binario di raccordo testurizzato mentre corri il tallone. Il mastice sigillerà comunque la cucitura e avrai una perla dall’aspetto migliore.

NON levigare completamente il cordone di mastice da un’estremità all’altra.

Dopo aver eseguito il tallone, ti consigliamo di lisciarlo, con un dito bagnato o con un applicatore di mastice, come lo strumento di applicazione Caulk-Rite Pro di HYDE (disponibile su Amazon ). Il modo migliore per levigare il tallone è iniziare a circa sei pollici dal fondo e levigare prima quella piccola sezione. Quindi, spostati verso l’alto di altri sei pollici e liscia la sezione successiva, tirando verso il basso verso la sezione che hai appena levigato. I dilettanti spesso cercano di levigare l’intero tallone in una volta, il che provoca l’accumulo di mastice in eccesso e il trabocco sui lati della cucitura. Lisciare solo una piccola sezione alla volta ti darà un aspetto professionale ed eviterà un pasticcio di mastice in eccesso sui lati della cucitura. Ci vogliono un paio d’ore per iniziare ad asciugare, quindi dovresti avere tutto il tempo per lisciare in questo modo.

FACCIA il nastro dalle cuciture se non riesci a eseguire un cordone liscio.

Se le tue mani tremano o non riesci a muovere la pistola per calafataggio abbastanza agevolmente da eseguire un cordone uniforme, puoi comunque ottenere buoni risultati fissando la cucitura con del nastro adesivo. Attaccare semplicemente strisce di nastro adesivo lungo entrambi i bordi della cucitura, a circa 1/8 di pollice dalla cucitura stessa. Quindi, eseguire il cordone di mastice e lisciarlo come descritto sopra. Non appena hai levigato il tallone, tira via con cura il nastro del pittore e avrai una linea di mastice da 1/4 “perfetta.

NON utilizzare il mastice come riempitivo per finestre mal rifilate.

Caulk è destinato all’uso su cuciture relativamente strette, generalmente larghe 1/4 ”o più strette. Se applicato a spazi ampi, il mastice può uscire dallo spazio e creare un disordine poco attraente. Se hai spazi più larghi di 1/4 “, la migliore pratica è riempirli prima con un’asta di supporto in schiuma, come questa CR Laurence Closed Cell Backer Rod (disponibile da Amazon ) e quindi eseguire il tallone di mastice.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Fai da te: l’importanza delle fascette per cavi per ottimizzare l’impianto elettrico

Guida all’acquisto: le migliori fotocamere per campanello