in

Manutenzione pavimento: come scegliere il detersivo migliore

 

La manutenzione di un pavimento dipende dalle modalità utilizzate per la pulizia. L’impiego di detergenti specifici per le diverse superfici e per i vari tipi di sporco consente di raggiungere la massima efficacia e quindi di assicurare sempre un buono stato del pavimento stesso. La pavimentazione è inevitabilmente soggetta all’usura dovuta al calpestio delle persone che ogni giorno passano e da macchinari, carrelli o quanto viene trascinato sulla superficie.

Con il passare del tempo i segni restano e portano danno, a meno che non si intervenga correttamente con i prodotti più indicati. I detersivi professionali sono essenziali, quindi bisogna scegliere le sostanze giuste e fare attenzione che i componenti siano rispettosi del materiale, della salute e dell’ambiente.

 

I detergenti in commercio

Le aziende presenti sul mercato propongono una vasta gamma di prodotti per la pulizia dei pavimenti. Ci sono tante opzioni pensate appositamente per le varie tipologie di superfici. Le soluzioni di alto livello qualitativo garantiscono ottimi risultati, ma devono ovviamente essere selezionate con cura tenendo conto delle caratteristiche del pavimento.

Va inoltre preso in considerazione lo sporco da rimuovere, perché le sostanze sono state create per lo sporco magro, ovvero polvere, calcare e ruggine oppure per lo sporco grasso e oleoso, più complesso da eliminare.

Molto dipende anche dal materiale. Ci sono detergenti per le superfici in gres, marmo lucido, cotto, PVC, domma, linoleum, legno, tatami, crossfit o moquette. Il detersivo pavimento più adatto si seleziona tra le sostanze dedicate alla manutenzione oppure quelle prodotte appositamente per la pulizia a fondo delle pavimentazioni. Tra tutte le opzioni disponibili ci sono detergenti profumati che rendono l’aria negli ambienti più seducente e calda o rilassante e intensa, a seconda della profumazione scelta.

Inoltre per chi ha poco spazio a disposizione per stoccare i contenitori può approfittare dei detergenti professionali super concentrati. Grazie ai flaconi con dosatore incorporato si possono pulire i pavimenti alla perfezione controllando la quantità di liquido utilizzato ed evitare qualsiasi spreco.

 

La differenza tra i detersivi pavimento.

La selezione del prodotto più adatto si basa sul materiale con cui è stata realizzata la pavimentazione, dal tipo di sporco e dall’obiettivo, ovvero distinguendo la pulizia dalla manutenzione. Va sempre ricordato che le sostanze sono molto diverse tra loro, quindi non si può lasciare nulla al caso nella scelta. Per comprendere meglio è utile fare qualche esempio.

 

Un detergente che ha proprietà lucidanti e antistatiche può essere usato per le normali pulizie quotidiane e consente così di rimuovere lo sporco superficiale. Meglio fare attenzione anche al metodo di utilizzo. Solitamente i detersivi professionali possono essere distribuiti sia manualmente che con un apposito macchinario. Un aspetto da ricordare per acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

Tra i detergenti ci sono quelli che non lasciano aloni e vanno usati sui pavimenti di gres porcellanato, ceramica e pietre silicee. Ciò significa che va bene per più tipi di pavimenti. Per la manutenzione di superfici lucide, come ad esempio quelle di marmo, è utile comprare un detersivo con effetto lucidante e antiscivolo, così da ottenere un ottimo aspetto estetico, evitando che le persone possano scivolare mentre passano.

Il detersivo pavimento deve rispettare la salute e l’ambiente, ecco perché nella scelta si deve controllare la composizione. Fare affidamento a prodotti d’eccellenza aiuta a raggiungere l’obiettivo della pulizia senza rischi.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Acqua del rubinetto, non solo per cucinare e lavare!

Piano cottura, conviene la riparazione in caso di guasti?