in

Regolamenti del codice elettrico nazionale sulla protezione GFCI

Gli interruttori di circuito con guasto a terra, o GFCI , sono dispositivi salvavita che si trovano su prese elettriche (prese), interruttori di circuito , prolunghe e altre apparecchiature elettriche. Rilevano squilibri nella corrente elettrica e interrompono rapidamente l’alimentazione per ridurre al minimo il rischio di scosse. Ad esempio, se stai asciugando i capelli in bagno e dell’acqua schizza nell’asciugacapelli e crea un cortocircuito, la presa GFCI si spegne automaticamente, in una minuscola frazione di secondo. La protezione GFCI è più comunemente richiesta nei luoghi in cui è probabile che l’elettricità venga a contatto con l’acqua.

Dal 1971 sono disponibili diversi metodi di protezione GFCI e ogni revisione del National Electrical Code (NEC), che viene rivista ogni tre anni, ha ampliato i requisiti. Ci sono altre misure di protezione integrate in un sistema di cablaggio, ma la protezione GFCI è quella che protegge da scosse ed elettrocuzione.

Dove hai bisogno della protezione GFCI

Il  National Electrical Code , o NEC, ha requisiti GFCI specifici per le unità abitative . L’articolo 210.8 stabilisce che gli interruttori di circuito per guasto a terra devono essere utilizzati per tutte le prese da 125 V, monofase, 15 e 20 A installate nelle seguenti posizioni:

  • Bagni:  tutti i recipienti devono essere protetti da GFCI.
  • Autorimesse ed edifici accessori: la  protezione GFCI deve essere inclusa su tutti i recipienti nelle strutture che hanno un pavimento situato al livello o al di sotto del livello del suolo, non inteso come locali abitabili e limitato ad aree di stoccaggio, aree di lavoro e aree di uso simile.
  • All’aperto:  tutte le prese esterne devono essere protette GFCI, con un’eccezione: le prese che non sono facilmente accessibili e sono alimentate da un circuito derivato dedicato per apparecchiature elettriche di scioglimento della neve o antighiaccio non devono essere protette.
  • Seminterrati non finiti:  I seminterrati non finiti sono definiti come porzioni o aree del seminterrato non intese come locali abitabili e limitate ad aree di stoccaggio, aree di lavoro, ecc. I recipienti in queste aree devono essere protetti dal GFCI. Eccezioni: la protezione GFCI non è richiesta per le prese che alimentano solo un sistema di allarme antincendio o antifurto installato in modo permanente, prese che non sono facilmente accessibili o prese su un circuito derivato dedicato ed etichettate per l’uso con apparecchiature plug-in (es: pompa di pozzetto ).
  • Spazi di ricerca per indicizzazione:  nelle aree non finite situate al livello o al di sotto del livello, sono in vigore gli stessi requisiti GFCI degli scantinati.
  • Cucine:  tutti i recipienti che servono le aree del controsoffitto e qualsiasi recipiente entro 6 piedi da un lavandino devono avere la protezione GFCI. Inoltre, il recipiente che alimenta una lavastoviglie dovrebbe essere protetto da GFCI.
  • Lavandini per lavanderia, utilità e mobile bar:  quando i recipienti sono posizionati entro 6 piedi dal bordo esterno del lavandino, richiedono la protezione GFCI.
  • Aree piscina / spa:  è richiesta la protezione GFCI per luci e punti luce; recipienti per pompe; tutti i recipienti entro 20 piedi da una piscina, spa o fontana; e alimentazione per una copertura per piscina.

Suggerimenti per soddisfare i requisiti GFCI

Mentre il NEC è l’autorità principale in tutto ciò che riguarda l’elettricità, la tua autorità edilizia locale ha l’ultima parola sui requisiti GFCI (e su tutto il resto della tua casa). Verificare con il proprio dipartimento di costruzione locale le regole specifiche per le installazioni nella propria zona; in rari casi, i codici locali possono differire dai requisiti del NEC.

Si noti che il requisito per la protezione GFCI non significa che sia necessaria una presa GFCI in ogni posizione. La protezione GFCI può essere fornita da un interruttore automatico GFCI che protegge ogni dispositivo lungo il circuito. Inoltre, una singola presa GFCI può essere cablata per proteggere altri dispositivi “a valle”. Ciò consente di installare una presa GFCI lungo il circuito in grado di proteggere gli altri, a condizione che ciò sia consentito dal codice locale.

Nuovi requisiti

Un metodo aggiuntivo di protezione del cablaggio, AFCI (interruttore di circuito per guasto da arco elettrico), è stato imposto dal NEC con l’edizione 2017 del codice per tutti i circuiti da 120/125 volt da 15 e 20 amp. Le regole per la protezione AFCI si aggiungono a qualsiasi requisito GFCI esistente. Come nel caso dei GFCI, la protezione AFCI può essere offerta da interruttori automatici speciali o prese di uscita speciali.

I GFCI funzionano rilevando squilibri nel flusso di corrente e sono più adatti per la protezione dagli urti; Gli AFCI, d’altra parte, rilevano minuscole scintille o archi nel cablaggio e servono a proteggere dal fuoco. Pertanto, sia la protezione GFCI che quella AFCI potrebbero essere richieste in molti luoghi della casa.

Sebbene il requisito AFCI si applichi principalmente alle nuove costruzioni, il Codice ora richiede che ogni volta che si sostituisce un ricettacolo in un luogo che ora richiede la protezione AFCI, il nuovo ricettacolo deve includere la protezione AFCI.

Ciò significa che ogni volta che si installa un GFCI in un circuito da 15 o 20 amp, la presa dovrà ora includere la protezione AFCI. Ciò può essere ottenuto installando uno speciale interruttore AFCI sul circuito in questione, ma si tratta di dispositivi costosi. Una soluzione meno costosa consiste nell’installare una speciale combinazione di prese a doppia funzione AFCI / GFCI che offre entrambe le forme di protezione.

Sebbene possa sembrare complicato, tieni a mente queste regole:

  • Se un circuito è già protetto da un interruttore AFCI, è possibile installare una presa GFCI standard ovunque il Codice richieda la protezione GFCI.
  • Se un circuito non dispone di un interruttore AFCI, installare una presa AFCI / GFCI a doppia funzione dove è necessaria la protezione GFCI.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Come risolvere i problemi del forno di accensione elettrico

Regole di sicurezza per l’utilizzo di un generatore portatile