in

Requisiti del circuito elettrico per le cucine

Una cucina utilizza più elettricità di qualsiasi altra stanza della casa e il National Electrical Code stabilisce che dovrebbe essere ampiamente servita da più circuiti. In una cucina che utilizza apparecchi elettrici di cottura, ciò può significare che necessita di sette o otto circuiti. Confrontalo con i requisiti per una camera da letto o un’altra zona giorno, dove un unico circuito di illuminazione per usi generali può servire tutti i corpi illuminanti e le prese di corrente.

Un tempo, la maggior parte degli elettrodomestici da cucina era collegata a normali circuiti di prese generali, ma poiché gli elettrodomestici da cucina sono diventati sempre più grandi nel corso degli anni, ora è standard, e richiesto dal Codice edilizio, che ciascuno di questi apparecchi abbia un circuito di elettrodomestici dedicato che non serve altro. Inoltre, le cucine richiedono circuiti di piccoli elettrodomestici e almeno un circuito di illuminazione.

Tieni presente che non tutti i codici di costruzione locali hanno gli stessi requisiti. Mentre il NEC (National Electrical Code) funge da base per la maggior parte dei codici locali, le singole comunità possono, e spesso lo fanno, stabilire i propri standard. Verificare sempre con le autorità del codice locale i requisiti per la propria comunità. 

Cablaggio della cucina nelle case più vecchie

Nelle case più vecchie che non hanno avuto i loro sistemi di cablaggio aggiornati, è molto comune che il cablaggio della cucina sia sottodimensionato per le esigenze elettriche di una cucina moderna. Non è raro, ad esempio, che una cucina abbia solo due o tre circuiti, e che elettrodomestici di base come frigorifero, lavastoviglie, tritarifiuti siano alimentati dallo stesso circuito generico che alimenta le plafoniere e le prese da appoggio . In generale, i sistemi di cablaggio più vecchi possono rimanere sul posto (“nonni”) quando una cucina viene sottoposta a modesti sforzi di ristrutturazione, come la semplice sostituzione di elettrodomestici, pavimenti e controsoffitti. Tuttavia, durante i grandi progetti di ristrutturazione che richiedono permessi di costruzione, potrebbe essere necessario portare la cucina completamente “a regola d’arte”,

Cablaggio della cucina nelle cucine più recenti o ristrutturate

Durante la nuova costruzione o la ristrutturazione di grandi cucine, il codice edilizio richiederà probabilmente l’allineamento dei sistemi idraulici e elettrici con gli attuali requisiti del codice. Ciò spesso comporta l’aggiunta di circuiti elettrici e l’aggiunta di protezione GFCI e / o AFCI. Le GFCI sono da tempo richieste nelle cucine, ma la protezione AFCI è un’aggiunta più recente.

Protezione AFCI: a partire dalla revisione del National Electrical Code 2014 ed estesa nella revisione 2017, un tipo speciale di protezione del circuito è diventato necessario per molti circuiti domestici, inclusa la cucina. Conosciuti come AFCI (interruttori di circuito per guasto ad arco), questi dispositivi sono progettati per rilevare scintille (archi elettrici) che si verificano quando l’elettricità salta tra i collegamenti dei cavi difettosi. Gli AFCI interrompono il flusso di corrente prima che possa verificarsi un incendio. La protezione GFCI, d’altra parte, riguarda la protezione dagli urti.

Nelle cucine, il miglior consiglio è di assicurarsi che tutti i circuiti da 15 e 20 amp abbiano la protezione AFCI. Sebbene questo possa essere fornito da speciali prese AFCI, è più tipicamente fatto installando interruttori automatici con protezione AFCI incorporata. È importante notare che la protezione AFCI è diversa dalla protezione GFCI (interruzione del circuito per guasto a terra) e non sostituisce tali requisiti. Molti circuiti di cucine richiedono sia protezione AFCI che GFCI. In questi casi, un elettricista può installare interruttori automatici combinati GFCI / AFCI oppure può utilizzare interruttori automatici AFCI in combinazione con prese di corrente GFCI.

Non c’è assolutamente consenso sui requisiti per la protezione AFCI in una cucina. Anche all’interno di una singola giurisdizione, diversi ispettori possono avere interpretazioni diverse dei requisiti. In alcune aree, qualsiasi circuito servito da prese plug-in o interruttori a muro richiede la protezione AFCI, mentre altrove, il requisito è per la protezione AFCI per tutti i circuiti da 15 o 20 A, anche quelli che servono solo apparecchi cablati. L’unico modo per esserne sicuri è consultare le autorità locali prima di svolgere qualsiasi lavoro di circuito in una cucina.

L’aggiunta della protezione AFCI necessaria deve essere eseguita ogni volta che si lavora sul circuito in casa. Un elettricista professionista può essere obbligato ad aggiungere una qualche forma di protezione AFCI ogni volta che si lavora su un circuito di cucina, anche per lavori basilari come la sostituzione di una presa singola.

Ecco un elenco dei circuiti elettrici richiesti in una nuova costruzione o in un’importante ristrutturazione di una cucina.

  • 01di 07Circuito frigoriferoUn frigorifero moderno richiede un circuito dedicato da 20 ampere, 120/125 volt. Al momento potresti avere un frigorifero più piccolo collegato a un circuito di illuminazione generale, ma durante qualsiasi ristrutturazione importante , dovrebbe essere installato un circuito dedicato da 120/125 volt per il frigorifero. Per questo circuito dedicato da 20 A, è necessario un cavo da 12/2 NM con messa a terra per il cablaggio.Questo circuito di solito non richiede la protezione GFCI a meno che la presa non si trovi entro 6 piedi da un lavandino o si trovi in ​​un garage o in un seminterrato, ma generalmente richiede la protezione AFCI.
  • 02di 07Range CircuitUna gamma elettrica richiede generalmente un circuito dedicato da 240/250 volt, 50 amp. Ciò significa che dovrai installare un cavo 6/3 NM (o un filo THHN n. 6 in un condotto) per alimentare la gamma. Se si tratta di una cucina a gas, tuttavia, richiederà solo una presa da 120/125 volt per alimentare i controlli della gamma e la cappa di ventilazione.Durante un’importante ristrutturazione, tuttavia, è una buona idea installare il circuito elettrico dell’autonomia, anche se non lo si utilizza attualmente. In futuro, potresti voler passare a una gamma elettrica e avere questo circuito disponibile sarà un punto di forza se venderai la tua casa. Tieni presente che una gamma elettrica deve essere spinta verso il muro, quindi posiziona la presa di conseguenza. Sebbene i circuiti da 50 amp siano tipici per le gamme, alcune unità potrebbero richiedere circuiti grandi fino a 60 amp, mentre le unità più piccole potrebbero richiedere circuiti più piccoli – 40 amp o anche 30 amp. Tuttavia, la nuova costruzione domestica include tipicamente circuiti da 50 ampere, poiché questi sono sufficienti per la stragrande maggioranza delle cucine residenziali.Nelle cucine in cui un piano di cottura e un forno a parete sono unità separate, il National Electrical Code consente generalmente di alimentare entrambe le unità dallo stesso circuito, a condizione che il carico elettrico combinato non superi la capacità di sicurezza di quel circuito.
  • 03di 07Circuito lavastoviglieIl circuito della lavastoviglie dovrebbe essere un circuito dedicato da 120/125 volt, 15 amp. Questo circuito da 15 amp è alimentato con un cavo 14/2 NM con messa a terra. Puoi anche scegliere di alimentare la lavastoviglie con un circuito da 20 A utilizzando un filo 12/2 NM con messa a terra. Assicurati di lasciare abbastanza gioco sul cavo NM in modo che la lavastoviglie possa essere estratta e riparata senza scollegarla: il tuo tecnico riparatore ti ringrazierà.Alcuni elettricisti collegheranno una cucina in modo che la lavastoviglie e lo smaltimento dei rifiuti siano alimentati dallo stesso circuito, ma se questo viene fatto, deve essere un circuito da 20 amp e bisogna fare attenzione per assicurarsi che l’amperaggio totale di entrambi gli apparecchi non superi 80 percento del valore di amperaggio del circuito. Verificare con le autorità preposte al codice locale per vedere se ciò è consentito. I requisiti GFCI e AFCI variano da giurisdizione a giurisdizione. Di solito, il circuito richiede la protezione GFCI, ma la protezione AFCI potrebbe non essere richiesta, a seconda dell’interpretazione locale del codice.
  • 04di 07Circuito di smaltimento dei rifiutiI tritarifiuti fanno il lavoro sporco di ripulire i pasticci dopo i pasti. Quando vengono caricati con la spazzatura, usano un buon amperaggio mentre macinano i rifiuti. È necessario un circuito dedicato da 15 amp, alimentato da un cavo 14/2 NM con messa a terra. Puoi anche scegliere di alimentare il dissipatore con un circuito da 20 ampere, usando un filo da 12/2 NM con messa a terra. Questo viene spesso fatto quando il codice locale consente lo smaltimento di condividere un circuito con la lavastoviglie. Dovresti sempre verificare con il tuo ispettore edile locale per vedere se questo è consentito nel tuo locale. Diverse giurisdizioni possono avere requisiti diversi che richiedono la protezione GFCI e AFCI per lo smaltimento dei rifiuti, quindi verifica con le autorità locali. Includere sia la protezione AFCI che quella GFCI è l’approccio più sicuro, ma poiché i GFCI possono essere soggetti a “scatti fantasma” a causa di picchi di avviamento del motore, l’elettricista professionista spesso omette i GFCI su questi circuiti dove i codici locali lo consentono. La protezione AFCI è generalmente richiesta poiché questi circuiti sono azionati da un interruttore a parete e lo smaltimento può essere cablato per essere collegato a una presa a muro. 
  • 05di 07Forno a microonde circuitoIl forno a microonde necessita di un circuito dedicato da 20 ampere, il circuito da 120/125 volt per alimentarlo. Ciò richiederà un cavo da 12/2 NM con messa a terra. I forni a microonde sono disponibili in diverse varietà e dimensioni. Alcuni sono modelli da banco e altri si montano sotto l’armadio , sopra la stufa.Sebbene non sia raro vedere forni a microonde collegati a prese di elettrodomestici standard, i forni a microonde più grandi possono assorbire fino a 1500 watt e questi necessitano di circuiti dedicati.Questo circuito non necessita di protezione GFCI nella maggior parte delle aree, ma a volte è necessario quando l’apparecchio si collega a una presa accessibile. La protezione AFCI è solitamente richiesta per questo circuito poiché l’apparecchio è collegato a una presa.
  • 06di 07Circuiti per piccoli elettrodomesticiIn cima al tuo bancone avrai bisogno di due circuiti dedicati da 20 A, 120/125 volt per far funzionare i carichi dei tuoi piccoli elettrodomestici , inclusi dispositivi come tostapane, piastre elettriche, caffettiere, frullatori, ecc. Due circuiti sono il minimo richiesto da Code ; puoi anche installarne di più se le tue esigenze lo richiedono.Quando pianifichi i circuiti e l’ubicazione delle prese, prova a immaginare dove posizionerai gli elettrodomestici sul piano di lavoro. In caso di dubbio, aggiungi circuiti aggiuntivi per il futuro.I circuiti che alimentano le prese plug-in che servono apparecchi da banco dovrebbero sempre avere sia la protezione GFCI che AFCI.
  • 07di 07Circuito di illuminazioneCerto, una cucina non sarebbe completa senza un circuito di illuminazione per illuminare la zona cottura. Come minimo, è necessario un circuito dedicato da 15 A, 120/125 volt per alimentare i plafoniere, le luci del contenitore, le luci sotto il mobile e le luci di striscia, se le possiedi.Ogni set di luci dovrebbe avere il proprio interruttore, permettendoti di controllare l’illuminazione. Considera sempre anche le esigenze future. Potresti voler aggiungere un ventilatore da soffitto in futuro, o forse un banco di luci a binario. Per questo motivo, non è una cattiva idea installare un circuito da 20 amp per l’illuminazione generale, anche se Code richiede solo un circuito da 15 amp. Nella maggior parte delle giurisdizioni, un circuito che alimenta solo apparecchi di illuminazione non richiede la protezione GFCI, ma potrebbe essere necessaria se un interruttore a parete si trova vicino al lavandino. La protezione AFCI è generalmente richiesta per tutti i circuiti di illuminazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Altezze adeguate per interruttori elettrici a parete

Cablaggio elettrico necessario per un bagno