in

Scambiatore di calore della caldaia difettoso: ecco cosa sono (con costi da risolvere)

Pensi che lo scambiatore di calore della tua caldaia sia rotto? Qui, ci scamberemo alcuni consigli su cosa cercare, le probabili cause e i costi (strazianti) per risolverlo o sostituirlo.

Lo scambiatore di calore è un componente essenziale nelle caldaie, responsabile del trasferimento efficiente del calore dalla combustione del gas all’acqua fredda. Senza di essa, la tua caldaia non riuscirebbe a riscaldare l’acqua, il che è piuttosto importante.

Sfortunatamente, quando lo scambiatore di calore è difettoso, una caldaia può non funzionare (come Donald Trump durante una pandemia), portando ad acqua fredda o tiepida. 

Allora perché gli scambiatori di calore si guastano? Quando sai che è fallito? Chi può ripararlo e quanto costa?

Così tante domande.

In questo articolo, faremo del nostro meglio per rispondere.

Hai bisogno di sapere il costo di una nuova caldaia, veloce?  Scopri quale sostituzione ti serve insieme ai costi (richiede 90 secondi).


Per prima cosa, cos’è uno scambiatore di calore per caldaia? 

Come suggerisce il nome, uno scambiatore di calore trasferisce il calore tra due sostanze , impedendo loro di entrare in contatto fisico. Nel caso delle caldaie a gas combinate, questo è tra fiamme infernali e acqua fredda. 

All’interno dello scambiatore di calore si trova un tubo a spirale, che è circondato dall’acqua fredda, pronto per essere riscaldato. Una volta che il calore infernale delle fiamme passa, l’acqua si riscalda. Questo sistema mantiene separate le sostanze, il che è super efficiente.

Caldaia rotta? Ottieni un preventivo fisso online

Seleziona il tuo tipo di carburante

Gas

GPL

Montiamo nuove caldaie a partire da £ 1.695, in tutto il Regno Unito, entro 24 ore.

Vuoi un prezzo esatto su una nuova caldaia?  Utilizza il nostro calcolatore del preventivo della caldaia  (non sono necessari dati personali).

Gli scambiatori di calore si trovano in un’ampia varietà di apparecchi diversi tra cui caldaie, piscine e persino unità di condizionamento d’aria. Nel caso dell’aria condizionata, il processo è semplicemente invertito, per raffreddare invece di riscaldare – intelligente eh?

Come funziona uno scambiatore di calore? 

Man mano che il gas brucia, il calore sale per incontrare lo scambiatore di calore. Questa struttura a spirale ha acqua fredda che scorre adiacente ad essa, quindi mentre l’acqua circola il calore viene scambiato dal gas in fiamme all’acqua fredda. A sua volta, questo produce la fornitura di acqua calda sia per l’acqua calda che per il riscaldamento.

Quest’acqua viene quindi immessa nell’impianto di riscaldamento tramite un tubo di mandata e mentre circola attraverso l’impianto, ad esempio tubi e radiatori, perde il suo calore e viene restituita alla caldaia per essere nuovamente riscaldata.

Quindi, in termini semplici, il processo inizia con gas caldo e acqua fredda, e grazie allo scambiatore di calore si finisce con gas più freddo e acqua calda senza che le due sostanze si incontrino mai. 

Genio.

Guasti comuni allo scambiatore di calore   

Proprio come qualsiasi altro componente interno della caldaia, nel tempo, l’usura può incidere negativamente e provocare danni e deterioramento. 

Lo scambiatore di calore non è diverso, tuttavia, a differenza di altri componenti, la maggior parte dei danni allo scambiatore di calore deriva da una scarsa qualità dell’acqua di riscaldamento. 

Se la tua caldaia attuale non funziona, Heatable installane di nuove da £ 1.545: ottieni il tuo prezzo fisso online .

Formazione di calcare 

Il calcare di solito non è un problema a meno che tu non viva in una zona con acqua dura, puoi controllare usando questa mappa . 

Questa sostanza bianca gessosa può devastare elettrodomestici e tubazioni, accumulandosi nel tempo e lasciando depositi sui componenti chiave. 

L’acqua che scorre attraverso l’impianto di riscaldamento e la caldaia può essere un problema se contiene molti di questi minerali. È particolarmente fastidioso per gli scambiatori di calore, poiché sono costantemente esposti all’acqua dura e soggetti a depositi di calcare. 

Segni di accumulo di calcare 

Quindi come puoi rilevare se l’accumulo di calcare è un problema nella tua caldaia? 

Se vivi in ​​un’area con calcare e non hai pulito regolarmente la caldaia, è probabile che prima o poi diventerà un problema. 

Detto questo, ecco alcuni dei segni più comuni di accumulo di calcare: 

  • Fischi e rumori di bollore 
    Quando si accumulano depositi di calcare, si surriscaldano, il che può provocare la produzione di vapore e gorgogliare, provocando un fischio familiare, denominato bollore . 
  • Perdite dallo scambiatore di calore 
    Il calore eccessivo può anche provocare lo sviluppo di crepe e guarnizioni rotte nello scambiatore di calore o nei componenti vicini, con conseguente perdita . Questi tipi di perdite si depositano tipicamente sul fondo del mantello della caldaia, spesso necessitando di essere svuotati periodicamente. 

Come affrontare la formazione di calcare  

Sfortunatamente, molte persone scoprono di avere accumuli di calcare solo quando il danno è stato fatto e non c’è altra opzione che installare uno scambiatore di calore sostitutivo. 

Le riparazioni dello scambiatore di calore possono essere costose, soprattutto se è necessaria una sostituzione completa. In queste circostanze, spesso ha senso avere una nuova caldaia piuttosto che spendere così tanto per una vecchia caldaia, soprattutto se la sua garanzia è già scaduta. 

Caldaia rotta? Ottieni un preventivo fisso online

Montiamo nuove caldaie a partire da £ 1.695, in tutto il Regno Unito, entro 24 ore.

Vuoi un prezzo esatto su una nuova caldaia?  Usa il nostro calcolatore del preventivo della caldaia  (il tuo prezzo fisso apparirà sullo schermo).

Se si sospetta la formazione di calcare, è possibile consultare l’assistenza di un tecnico di sicurezza del gas che può: 

  • Pulisci il tuo sistema con un prodotto anticalcare, di una marca come ADEY
  • Eseguire un’ispezione approfondita della caldaia (compreso lo scambiatore di calore) per verificare la presenza di danni
  • Installazione di un anticalcare

Fanghi da riscaldamento centralizzato

Nel tempo, ruggine e sporco possono accumularsi all’interno del sistema di riscaldamento, dando luogo a una sostanza densa e marrone chiamata fango. 

I fanghi possono rallentare il flusso dell’acqua all’interno del sistema di riscaldamento, provocando fastidiosi punti freddi del radiatore. Ancora peggio, nel tempo i fanghi possono causare ulteriori danni al sistema, provocando corrosione e blocchi.

Gli scambiatori di calore sono particolarmente sensibili poiché l’acqua di riscaldamento vi passa costantemente accanto, quindi eventuali fanghi contenuti entreranno in contatto. 

Un risciacquo o una pulizia del sistema possono riparare i fanghi.

Segni di fango nel tuo sistema 

Quali sono alcuni dei principali segni di fanghi nel tuo impianto? 

  • Bollitore
    Se hai notato un rumore di bollore proveniente dalla tua caldaia, ad esempio come un bollitore che bolle, allora è possibile che il fango possa essere il colpevole. Mentre il fango passa attraverso la caldaia, può depositarsi sullo scambiatore, accumulandosi gradualmente fino a quando non inizia a limitare il flusso dell’acqua. 
  • Acqua del radiatore sporca
    Quando si spurgano i termosifoni , di solito è possibile valutare abbastanza bene la qualità dell’acqua di riscaldamento. Se l’acqua che spurghi è viscosa e di colore scuro, è molto probabile che il tuo sistema abbia un problema di morchia. 

Come trattare i fanghi del riscaldamento centralizzato 

Se la qualità dell’acqua di riscaldamento del tuo sistema è estremamente bassa e contaminata da morchie, ruggine e altri residui nocivi, trarrà vantaggio da una pulizia profonda. 

Si consiglia che il sistema di riscaldamento riceva un ” risciacquo ” ogni 5 anni, ma se si sospetta un problema è una buona idea che un tecnico di sicurezza del gas effettui un’ispezione prima. 

Un ingegnere può adottare le seguenti misure per aiutare a indagare e affrontare un potenziale accumulo di fanghi: 

  • Ispezione e pulizia dello scambiatore di calore
  • Una pulizia completa e profonda dell’acqua di riscaldamento per migliorare la qualità e rimuovere i fanghi nocivi, ad esempio un risciacquo
  • Installazione di un filtro che raccoglierà continuamente eventuali residui nocivi, ad esempio ADEY MagnaClean Pro 2

Potete riparare uno scambiatore di calore rotto?

La realtà è che in genere non ha molto senso riparare una caldaia con uno scambiatore di calore rotto poiché i costi delle parti e della manodopera sono elevati. Ecco la cosa: 

  • Se il tuo tipo di caldaia è relativamente nuovo, è probabile che sia in garanzia e quindi eventuali riparazioni saranno coperte. 
  • Se la caldaia è vecchia, non avrà alcuna garanzia ed è probabile che sia in continuo declino: perché continuare a gettare soldi su qualcosa che è in caduta libera? 

Quanto costa sostituire uno scambiatore di calore della caldaia? 

In genere, i nuovi scambiatori di calore possono variare da £ 400 a £ 600, quindi spesso ha più senso acquistare una caldaia nuova di zecca, soprattutto se quella attuale è una vecchia inefficiente con una garanzia scaduta. 

Richiedi subito un preventivo gratuito per la caldaia 

In Heatable, installiamo nuove caldaie a partire da £ 1.545, in tutto il Regno Unito.

Usa questo  modulo cliccabile  per ottenere istantaneamente un prezzo fisso sullo schermo. 

Inoltre, come già spiegato, le nostre caldaie sono coperte da garanzie che durano fino a 10 anni. Questo è mooooolto.

Inoltre, siamo in grado di offrire pagamenti mensili bassi con il finanziamento della caldaia e persino opzioni senza interessi.

Ottieni un preventivo fisso per una nuova installazione di una caldaia in 60 secondi, qui.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Niente acqua calda dalla tua caldaia? Motivi comuni per cui (con correzioni)

Le 5 principali cause di una caldaia combinata che perde (e come risolverle)