in

Scegliere il pavimento giusto

Interessato a scegliere il pavimento giusto? L’aspetto è importante, ma non dimenticare le continue richieste di manutenzione dei materiali.

I pavimenti devono resistere al tuo stile di vita. Vengono intaccati dai tacchi alti, incrostati da stivali infangati e schiacciati dalle gambe dei mobili. Luce solare, umidità, animali domestici , macchie, schizzi e incidenti infantili lasciano tutti segni. Eppure è comune concentrarsi sull’aspetto di un rivestimento per pavimenti e dimenticare come si indosserà.

Tappeto

Ci sono quattro scelte chiare quando si tratta di rivestimento del pavimento: moquette, legno, piastrelle e vinile. La moquette riduce il rumore e nasconde i problemi di sottopavimento. Offre anche ai bambini traballanti un atterraggio più morbido e riscalda le dita dei piedi nelle mattine fredde. I danni possono essere riparati usando un tappeto avanzato, se l’usura e lo sbiadimento non sono stati estesi. Per coloro che soffrono di allergie, i quadrati dei tappeti possono fornire un’opzione praticabile. Questi quadrati sono completamente rimovibili e possono essere puliti all’aperto per evitare di sollevare acari della polvere e allergeni. Indipendentemente dai problemi di salute, la moquette deve essere aspirata regolarmente e lavata almeno ogni anno per garantire un rivestimento di qualità.

Pavimenti in

legno I pavimenti in legno sono una scelta popolare per molte ragioni. I pavimenti in legno non ospitano polvere, batteri o acari come i tappeti. I pavimenti in legno sono disponibili in stili naturali, sono resistenti e, se adeguatamente sigillati e rifiniti, possono essere puliti con una scopa bagnata. I legni come la quercia, il ciliegio o l’abete non si ammaccano facilmente come il pino e la maggior parte delle sgorbie può essere ripristinata per nascondere il danno. I pavimenti in legno possono essere lasciati del loro colore naturale o macchiati, che vanno dal chiaro (biondo) allo scuro (ciliegio). I prodotti in legno simulato, come Pergo, assomigliano al legno ma sono fatti di gomme sintetiche che non si graffiano o si ammaccano facilmente come la cosa reale, ma offrono lo stesso fascino visivo del legno, inclusa la grana che definisce i legni duri. Questi pavimenti sintetici sono particolarmente adatti ad aree ad alto traffico come cucine e mudroom.

Vinile Il

vinile ha perfettamente senso nelle cucine, nelle sale da pranzo e negli ingressi dove si raccolgono acqua e sporcizia. Il vinile si pulisce bene, ha un aspetto attraente e resiste ai danni causati dalle gambe dei mobili e dalla caduta di oggetti. I quadrati in vinile, venduti nelle misure da 12 e 16 pollici, sono il prodotto da pavimento più facile da installare, nessuno escluso. Hanno un supporto peel-and-stick, che consente loro di andare direttamente su un pavimento preparato ed elimina il disordine di lavorare con un adesivo. I quadrati in vinile sono disponibili anche in stili che imitano le piastrelle di ceramica, ma senza il rischio di scheggiature e crepe. Il rivestimento in vinile è una scelta eccellente per bagni e aree lavanderia, anche se il rivestimento deve essere tagliato alla misura esatta prima di essere posato. Il rivestimento in vinile, a differenza delle piastrelle, non è un prodotto peel-and-stick, quindi dovrai applicare la colla sul pavimento prima di posare il foglio pretagliato. Il prezzo e la qualità variano a seconda dello spessore, del motivo e del design del rivestimento del pavimento.

Piastrella in

ceramica La piastrella in ceramica ha decorato i pavimenti sin dai tempi della Grecia , della Persia e di Roma. Le piastrelle di ceramica di oggi vantano colori più brillanti e modelli e stili più elaborati. La ceramica cotta è robusta e dura, funzionale e bella. Poiché non è poroso, la piastrella di ceramica resiste all’umidità ed è adatta per bagni, lavanderie e cucine. La sua bellezza lo rende una scelta elegante anche per la zona giorno. L’installazione di piastrelle di ceramica è un’impresa importante, tuttavia, anche in una piccola area come un ingresso anteriore o posteriore. Questo non è un lavoro per i deboli di cuore o con le ginocchia deboli. Se lo fai da solo, trascorrerai molto tempo sulle mani e sulle ginocchia, imparerai a cazzolare e diventerai esperto con un tagliapiastrelle.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

Strumenti di piastrellatura

5 regole d’oro per scoprire se un’offerta luce e gas conviene