in

Tipologie di macchine caffè: scegliere quella giusta

Le macchine da caffè sono ormai molto diffuse, possiamo trovarne una praticamente in ogni casa e in ogni ufficio. Sono strumenti molto amati perché permettono di degustare anche a casa un caffè buono come al bar. Il momento del loro acquisto può essere però molto disorientante, dato che in commercio esistono tanti tipi di macchina caffè con caratteristiche tecniche e specifiche differenti.

Vediamo allora quali sono le principali tipologie, i loro pro e i contro.

A capsule

Le capsule sono la soluzione ideale per chi vuole bere un ottimo caffè, provando anche il piacere di svariare tra molte capsule con aromi differenti, in modo semplicissimo e veloce. Tra tutti i tipi di macchina caffè sono in assoluto le più vendute, grazie proprio alla loro comodità massima e alla disponibilità di tantissime capsule compatibili, realizzate sia dei brand più noti come i produttori delle macchine, sia da ottime torrefazioni artigianali.

Con una macchina a capsule l’uso è molto semplice: è sufficiente inserire la capsula all’interno della macchina, schiacciare il pulsante e degustare l’espresso. Scegliendo una ottima macchina a capsule, che abbia un buon rapporto qualità prezzo, è possibile ottenere un caffè espresso di alta qualità, della lunghezza desiderata, corposo e cremoso, in base ai gusti personali.

I pro di questa macchina sono: il prezzo d’acquisto contenuto della macchina, l’ampia varietà di capsule (anche artigianali), la massima facilità d’uso e la lunga durata delle capsule dato che sono sotto vuoto. I contro della macchina a capsule sono: costo leggermente più alto per ogni singolo caffè, maggior produzione di rifiuto plastico o indifferenziato.

A cialde

Il funzionamento di una macchina a cialde è quasi identico a quello della macchina a capsule. Anche con questo sistema è sicuramente possibile ottenere un espresso di ottima qualità. I vantaggi di questa macchina sono: l’essere maggiormente “eco-friendly” (le cialde sono compostabili) e l’utilizzo è molto semplice.

E’ importante sottolineare però che, rispetto ad una macchina a capsule, una macchina a cialde presenta alcuni piccoli svantaggi in più, come ad esempio: il caffè è un po’ meno corposo, le cialde scadono prima, non essendo a tenuta stagna come le capsule e l’offerta commerciale è leggermente ridotta rispetto alle capsule.

Automatica

Le automatiche e le semiautomatiche sono tipi di macchina da caffè progettate per permettere di ottenere un ottimo espresso anche a casa, sfruttando la freschezza e l’aroma del caffè macinato. Rappresentano l’evoluzione delle macchine manuali e sono degli strumenti completamente automatizzati nel loro funzionamento e di conseguenza il loro utilizzo risulta molto semplice e richiede soltanto di premere il tasto di accensione e quello di erogazione del caffè o della bevanda desiderata..

Oltre a questo hanno anche altri pro: includono quasi sempre un macinacaffè che consente di beneficiare della freschezza del caffè in grani, ogni singolo caffè ha poi un costo molto contenuto e hanno spesso un pannarello per preparare ottimi cappuccini. I contro di questa macchina sono: il prezzo iniziale d’acquisto più elevato a causa dell’alta tecnologia con cui vengono realizzate, le dimensioni sono maggiori rispetto alle macchine analizzate in precedenza.

Nonostante il prezzo iniziale è importante però ricordare che con questa tipologia di macchina da caffè è possibile abbassare notevolmente i costi di gestione, “spendendo” pochi centesimi per ogni espresso realizzato. 

Manuale

Le macchine manuali sono molto simili a quelle del bar ma non prevedono un sistema di macinatura, a differenza di quelle automatiche. Funzionano quindi con l’utilizzo di caffè in polvere e, talvolta anche con l’uso di cialde in carta. La loro struttura ha un design molto semplice, spesso minimal e spartano, che può risultare anche vintage.

I vantaggi di questa macchina sono: il fatto che è semplice da gestire e utilizzare, permette spesso di realizzare altre tipologie di bevande come cappuccini, tè e tisane e il costo di ogni singolo caffè è ridotto. Gli svantaggi da soppesare sono invece: il prezzo di acquisto che è più alto rispetto ai tipi di macchina caffè a capsule e cialde, le dimensioni leggermente più grandi e l’assenza di un macinacaffè per utilizzare caffè in grani.

Americana

La macchina da caffè americano ha una tipica struttura con un ampio serbatoio dell’acqua, essendo questa bevanda realizzata con molta più acqua rispetto all’espresso. L’acqua viene fatta cadere dal motore nel nel filtro (che di solito è in carta alimentare) e contiene il caffè in polvere appositamente macinato per questo tipo di macchina. Il caffè viene poi raccolto di solito all’interno di una caraffa estraibile pronta all’uso.

I suoi pro sono: l’elevata quantità di caffeina, il fatto che permette di realizzare questa bevanda “internazionale”. Tra i contro è importante sicuramente ricordare che si tratta di una macchina per un caffè “alternativo” che non permette di ottenere un espresso.

Quale scegliere?

Ovviamente non esiste una risposta unica ma dipende dalle esigenze dell’utilizzatore. Chi ama usare il caffè in grani per ottenere un aroma denso e cremoso può optare per una macchina automatica e ottenere un caffè buono come al bar. Chi invece desidera avere una macchina con la massima comodità d’uso, dal costo contenuto e che permette di spaziare tra tantissimi aromi differenti, densi e cremosi, la scelta ideale è sicuramente quella a capsule.

Per chi ricerca le stesse caratteristiche ma con una modalità maggiormente “ecosostenibile” allora la macchina a cialde è ideale, mentre invece quella americana si adatta alla perfezione a chi ama questa speciale bevanda e per chi desidera iniziare la giornata con la “carica del caffè”. Quella manuale è invece perfetta per chi desidera un compromesso che consenta di spaziare tra l’uso del caffè in polvere e l’utilizzo delle cialde.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Defhouse: la casa milanese abitata da giovani Influencers

Dove abita Checco Zalone