in

Tutto quello che c’è da sapere sulle piastrelle per pavimenti in amianto

Scopri se il tuo pavimento contiene questo materiale vietato e, in tal caso, come gestirlo, se intendi rimuoverlo, coprirlo o lasciarlo da solo.

L’amianto, un minerale di silicato fibroso resistente al calore, era un elemento comune nei materiali da costruzione grazie alla sua natura resiliente e durevole, fino agli anni ’80, comunque, quando fu bandito a causa della scoperta di considerevoli rischi per la salute associati . Ma il suo divieto di produzione non significava necessariamente che tutti i prodotti, comprese le piastrelle del pavimento, fossero stati strappati dalle case o addirittura completamente rimossi dagli scaffali. Per questo motivo, molti proprietari di case siedono inconsapevolmente su materiali che possono essere particolarmente pericolosi se scoperti durante la rimozione e la ristrutturazione.

Se vivi in ​​una vecchia casa e temi che tu possa avere piastrelle per pavimenti in amianto, continua a leggere. Ti informeremo sui rischi dell’amianto e spiegheremo come determinarne la presenza e cosa puoi fare per mantenere la tua famiglia al sicuro.

PROBLEMI DI SALUTE CAUSATI DALL’AMIANTO

Secondo l’ Environmental Protection Agency (EPA), le fibre di amianto rappresentano un rischio per la salute quando sono friabili, il che significa che il materiale può sgretolarsi e rilasciare le fibre nell’aria. Quando le fibre di amianto vengono inalate, si depositano nei polmoni e non si rompono, il che può portare a malattie. Le principali malattie legate all’esposizione all’amianto sono:

  • Cancro ai polmoni
  • Asbestosi (una malattia respiratoria non cancerosa causata da cicatrici dei polmoni)
  • Mesotelioma (cancro del rivestimento che circonda i polmoni, il cuore e l’addome)

Le piastrelle per pavimenti in amianto non rilasciano fibre tossiche e rappresentano un rischio per la salute a meno che non vengano disturbate. Levigare, segare, forare o strappare le piastrelle, tuttavia, possono rilasciare fibre nell’aria dove possono essere inalate, quindi è necessario prestare attenzione a non disturbarle. Se è necessario rimuoverli per una ristrutturazione, assicurarsi di seguire uno dei metodi di rimozione sicuri descritti di seguito.

IDENTIFICAZIONE DI PAVIMENTI IN AMIANTO

Il modo definitivo per scoprire se le piastrelle contengono amianto è farle testare. Puoi coinvolgere un esperto di bonifica dell’amianto o ottenere un kit di prova, per il quale rimuoverai un campione di pavimentazione da spedire a un laboratorio di analisi dell’amianto. I kit di test sull’amianto sono disponibili nei negozi di bricolage e online per un prezzo compreso tra $ 10 e $ 45, ma tieni presente che ti potrebbe essere addebitata una tariffa aggiuntiva da $ 25 a $ 40 per elaborare il campione in laboratorio. I kit vengono forniti con le istruzioni su come raccogliere il campione e includono guanti monouso e una maschera antipolvere da indossare durante la raccolta.

Prima di prelevare un campione delle piastrelle del pavimento, chiama l’autorità di costruzione locale. Alcune località limitano i test sull’amianto agli esperti autorizzati di bonifica dell’amianto. I test professionali possono costare da $ 350 a $ 800, a seconda che altri materiali nella tua casa vengano testati contemporaneamente.

Oltre ai test, altri fattori indicano che le piastrelle del pavimento potrebbero contenere amianto, tra cui:

  • La tua casa è stata costruita prima del 1980. Se le piastrelle del pavimento sono state installate tra il 1920 e il 1960, ci sono buone probabilità che contengano amianto perché la maggior parte delle piastrelle per pavimenti prodotte durante questo periodo lo faceva. Se le piastrelle sono state installate tra il 1960 e il 1980, c’è una minima possibilità che contengano amianto.
  • Le piastrelle del pavimento sono quadrati da 9 pollici, 12 pollici o 18 pollici. La dimensione più popolare era di 9 pollici per 9 pollici, ma le due dimensioni più grandi sono state installate anche in molte case.
  • Le piastrelle possono apparire macchiate o oleose. Nel tempo, l’asfalto, che era un ingrediente principale nelle piastrelle di amianto, può degradarsi e far sembrare le piastrelle sporche o scolorite in alcuni punti.
  • Alcune delle piastrelle del pavimento si sono staccate e sotto si vede uno spesso adesivo nero. Il mastice nero, noto anche come adesivo per taglio, era comunemente usato per incollare le piastrelle dei pavimenti. Questo tipo di adesivo era a base di asfalto e molto probabilmente contiene amianto, indipendentemente dal fatto che le piastrelle stesse contengano amianto.

VIVERE CON LA PIASTRELLA DI AMIANTO

Uno dei modi migliori per trattare le piastrelle di amianto è lasciarlo in posizione e coprirlo con una nuova pavimentazione. Le vecchie piastrelle sono relativamente sottili, spesse circa 1/8 di pollice, quindi l’installazione di nuovi pavimenti sopra non aumenterà in modo apprezzabile l’altezza del pavimento. Nuovo vinile, pavimenti in laminato, legno duro, pavimenti galleggianti ingegnerizzati e moquette possono essere installati con successo su piastrelle di amianto. Anche le piastrelle in ceramica, ardesia e pietra possono essere installate sopra, a condizione che venga installato prima un supporto in fibrocemento.

Nota: se installi un nuovo pavimento sulle piastrelle, assicurati di avvisare il tuo agente immobiliare quando vendi la tua casa. Questo darà agli acquirenti una testa su in modo che non inizi a strappare le piastrelle se desiderano installare un nuovo pavimento.

OPZIONI DI RIMOZIONE

Gli unici casi in cui non puoi lasciare le piastrelle del pavimento in amianto è se intendi rifinire il pavimento in legno sottostante o altrimenti disturbare la piastrella durante una ristrutturazione. A parte questo, alcuni proprietari di case semplicemente non sono a loro agio con le piastrelle di amianto che rimangono anche se non rappresentano un rischio per la salute.

Mentre alcuni stati e comunità vietano la rimozione dei pavimenti in amianto, molte aree consentono ai proprietari di case di farlo. L’opzione di rimozione più sicura è fare in modo che un appaltatore di bonifica dell’amianto rimuova le vecchie piastrelle a un costo compreso tra $ 6 e $ 10 per piede quadrato, a seconda di dove vivi, le condizioni delle piastrelle e se le normative locali richiedono passaggi aggiuntivi per proteggere il resto della casa.

La rimozione fai da te è più economica perché non sono coinvolti costi di manodopera. Pagherai da $ 3 a $ 5 per sacchetto per lo smaltimento dell’amianto, consigliato per lo smaltimento sicuro. Un singolo sacchetto di plastica da 15 galloni, progettato per lo smaltimento dell’amianto, conterrà circa 20 piedi quadrati di piastrelle per pavimenti demolite e detriti associati. Potrebbe anche essere necessario pagare una tariffa per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi, che varia da $ 35 a $ 75 o più, a seconda della struttura.

SUGGERIMENTI PER LA RIMOZIONE FAI DA TE

Se la rimozione delle piastrelle è legale nella tua comunità e scegli di fare il lavoro da solo, la tua autorità edilizia locale o il servizio di smaltimento rifiuti pericolosi forniranno spesso un elenco di procedure da seguire. La demolizione sicura delle piastrelle per pavimenti in amianto dovrebbe richiedere di:

  • Indossa una maschera respiratoria, occhiali protettivi che formano un sigillo intorno agli occhi, un cappello e vecchi vestiti che smaltirai quando il lavoro sarà finito.
  • Spegnere l’unità HVAC e isolare altre aree della casa per evitare che le fibre di amianto contaminino altre stanze. Fissare con nastro adesivo teli di plastica su porte, registri a pavimento e prese d’aria di ritorno.
  • Tenere uno spruzzatore a pompa pieno d’acqua a portata di mano e spruzzare sul pavimento mentre si lavora per ridurre il rischio di fibre aerodisperse.
  • Usa un raschietto per pavimenti in acciaio per sollevare le piastrelle di amianto una alla volta.
  • Smaltire le piastrelle per pavimenti in amianto in sacchetti per lo smaltimento di amianto approvati e sigillare ciascuno come indicato.
  • Pulisci eventuali residui di adesivo raschiandoli dal sottofondo mantenendo il pavimento bagnato, quindi raccogliendoli e mettendoli in un sacchetto per lo smaltimento.
  • Quando hai finito, lava il pavimento con lo spazzolone e poi butta via la vecchia testina. Sostituiscilo con una nuova testina e risciacqua accuratamente il secchio del mop.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Caricando...

0

Tutto quello che devi sapere sui pavimenti in parquet

Tutto quello che c’è da sapere sulla pavimentazione attica