in

Dove abita Luca Argentero in Umbria

Luca Argentero è uno dei sex simbols più amati e seguiti dei giorni nostri.

Ha raggiunto la notorietà grazie alla partecipazione alla terza edizione del Grande Fratello nel lontano 2003.

Luca ai tempi del GF 3

La sua esperienza nel reality più seguito d’Italia gli permette di avviare la carriera da modello e di dimostrare le sue doti di attore.

Nel 2005 prende parte alla fiction MEDIASET Carabinieri dove interpreta l’appuntato Marco Tosi.

L’anno successivo inizia a lavorare nel cinema con il film di Francesca Comencini A casa nostra.

Nel 2007 recita in Saturno Contro di Ferzan Ozpetek e in Lezioni di cioccolato, due pellicole che hanno un grande successo e piacciono molto alla critica.

Il film del 2009 Diverso da chi? in cui interpreta il candidato sindaco omosessuale Piero gli dona la sua prima candidatura al ruolo di miglior attore protagonista per il David di Donatello.

Nel 2010 approda in teatro con lo spettacolo Shakespeare in Love di Nicola Scorza.

L’amore per il teatro lo porta a scrivere insieme al collega e amico Edoardo Leo È questa la vita che sognavo da bambino? piece di cui è protagonista.

Nel privato, Luca è stato legato per 10 anni all’attrice Myriam Catania; i due si sono separati nel 2016.

Ad oggi convive con Cristina Marino, attrice e modella da cui ha avuto la figlia Nina Speranza nel maggio 2020.

Ma dove abita Luca Argentero?

La casa di Luca Argentero 

Torinese di nascita, Luca ha vissuto per tanto tempo a Roma, città artistica per antonomasia.

Dopo aver conosciuto Cristina ha però traslocato in Umbria e ha comprato uno splendido casale a Città della Pieve, paesino noto per aver ospitato le riprese della fiction Carabinieri.

Città della Pieve è un piccolo comune della provincia di Perugia e si trova su un colle a circa 508 metri sul livello del mare.

È una cittadina medievale caratterizzata da edifici costruiti per il 70% da mattoni a vista; questa caratteristica la rende una delle perle della zona.

Lo stile della casa

Per volere di Cristina, lo splendido casale è arredato in stile provenzale.

La vista è spettacolare: grazie alla posizione altolocata, il casale si affaccia direttamente sulla Valle di Chiana.

Il casale in pietra viva è totalmente circondato da un ampio terreno con diversi alberi.

All’esterno si trova anche una serra ideale per coltivare verdura e frutta in perfetto stile salutista.

Internamente, la casa è caratterizzata da pianelle di legno, colori pastello e ampio utilizzo di chiaro scuri, in perfetto stile provenzale.

Luca ha più volte dichiarato come l’abitazione sia un angolo di paradiso e l’ha affettuosamente soprannominata il Mandoleto.

Le ampie finestre permettono di affacciarsi nel verde e di usufruire di tantissima luce naturale.

Fil rouge del casale è la semplicità: nonostante infatti i lavori di innovazione siano stati cospicui, l’interno non ha perso il carattere campestre.

Qui possiamo ad esempio notare un lavabo di acciaio con una Moka stesa ad asciugare, dettaglio che ci riporta alla casa dei nostri nonni.

La pietra viva della costruzione è la perla del casale e rappresenta il tratto distintivo della zona, nota appunto per la medievalità.

Cosa ne pensi?

Commenti

Lascia un commento

Un Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...

0

12 semplici modi per controllare le piccole formiche

Cosa devi sapere sul topo domestico